Sport

James Rodriguez, la carriera del talento colombiano del Real Madrid

James Rodriguez, i successi e i riconoscimenti del giovane attaccante del Real Madrid

Fonte: flickr

Il Real Madrid è un club in cui nascono e si coltivano grandi talenti. Uno tra questi sicuramente è il calciatore colombiano James Rodriguez. Nato a Cùcuta il 12 luglio del 1991 e figlio dell’ex calciatore Wilson Rodriguez, James Rodriguez inizia a giocare a calcio nell’Academia Tolimense quando, dopo la separazione dei suoi, si trasferisce assieme alla madre a Ibaguè.

Nel suo primo club le sue grandi prestazioni vengono subite notate dalla squadra Envigado Fùtbol Club che lo fa debuttare nel 2006 nel principale campionato colombiano, ovvero la Categoria Primera A. Nei suoi due anni nell’Elvigado segna ben 20 reti e nel 2008 viene acquistato dal club argentino del Banfield, maturando grande esperienza nelle partite giocate.

L’esperienza europea inizia per lui nel 2010 quando il Porto acquista il 70% del suo cartellino: nel club portoghese James Rodriguez incontra i suoi connazionali, Guarin e Falcao, con cui porta al successo del campionato il Porto. Nella sua esperienza triennale portoghese, l’attaccante colombiano cresce molto, oltre ad esordire e a mettere a segno i suoi primi gol sia in Europa League che in Champions League. Nell’estate 2013, invece, arriva per lui il momento di cambiare squadra e si trasferisce al Monaco, realizzando 9 gol in 34 partite. L’esperienza francese, però, dura solo una stagione, in quanto nel Mondiale brasiliano del 2014 viene eletto come il protagonista del torneo sia per aver vinto la classifica dei capocannonieri sia per aver portato per la prima volta ai quarti di finale la Colombia.

Al termine dei mondiali i principali club europei (tra cui il Barcellona ) cercano di acquistarlo ma a vincere è il Real Madrid che, con una cifra di 80 milioni di euro e con un contratto di sei anni, riesce a portarlo in Spagna. Per lui si realizza un sogno e nel giorno della sua presentazione viene accolto da ben 45.000 tifosi. La prima stagione con i Blancos è del tutto positiva: realizza 17 reti in 47 partite, conquista sia la Supercoppa Europea che il Mondiale per club e viene anche eletto come uno dei migliori giocatori della stagione. Nella stagione 2015/2016 (ancora in corso), invece, durante una partita con la nazionale, subisce un infortunio che lo costringe a fermarsi per un mese. Rodriguez, però, recupera velocemente per giocare lo scontro diretto contro il Barcellona, perso poi dai Blancos per 4-0. Da dicembre l’allentatore Rafa Benitez lo inserisce nuovamente nella formazione titolare.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati