Sport

Jerome Boateng, uno dei migliori difensori nel mondo

Jerome Boateng è per metà tedesco e metà ghanese, ma è senza dubbio uno dei migliori difensori in circolazione

Fonte: flickr

Jerome Boateng è uno che col pallone ci è nato. Difatti ancora da giovanissimo comincia a calciare, cosa che costringe i suoi genitori ad iscriverlo, insieme al suo fratello Kevin Boateng, in una squadra di calcio giovanile. Jerome Boateng però non ci rimane molto, e già a 13 anni si ritrova nella capitale, nell’Hertha Berlino, dove cresce ulteriormente come calciatore e come uomo. Nella massima serie tedesca debutta a 17 anni, nella stagione 2006-2007, giocando partita intera e perdendo miseramente 5-0 per mano dell’Hannover.

Si concretizza quindi la trasferta all’Amburgo, dove debutta alla quarta giornata contro il Bayern Monaco. Anche in quell’occasione però la partita finisce male per Jerome: l’Amburgo infatti riporta una pesante sconfitta per 1-4 contro l’avversario più forte della Bundesliga.
Nell’Amburgo raggiunge comunque traguardi importanti, partecipando alla Coppa UEFA nella stagione 2008-2009 e nell’Europa League 2009-2010. Ed è proprio grazie a queste presenze che viene notato e ingaggiato dal Manchester City, col quale mette in mostra tutte le sue capacità passando una stagione fantastica.

In seguito alle sue prestazioni nella Premier le richieste per acquistarlo non si fanno attendere, ed è il Bayern Monaco ad ingaggiare il difensore tedesco durante la sessione di calciomercato pagandolo ben 13 milioni di euro. Con la squadra di Monaco è poi un continuo di successi: nel 2013 vince la Bundesliga, la Coppa di Germania e la Champions League, mettendo così a segno una tripletta (proprio come Mourihno qualche anno prima). Ovviamente però da vero campione non si ferma qui, vincendo quindi la Supercoppa UEFA contro il Chelsea, la Coppa del Mondo per Club, di nuovo la Bundesliga e la Coppa di Germania.

E’ nell’annata 2014-2015 che Boateng vince il terzo campionato di fila con il Bayern, concretizzandosi così come un difensore stabile, concentrato, veloce e potente. E’ una vera sicurezza per il portiere del Bayern Monaco, e grazie alle sue doti, – agilità su tutte, – può giocare sia nel centro della difesa ergendo un vero e proprio muro posto a difesa della porta, sia sulla fascia destra nel ruolo di terzino.
Oltre a essere una sicurezza per il club bavarese, partecipa regolarmente alle gare della nazionale. Viene infatti convocato quasi sempre dal CT della nazionale tedesca, e delle 57 presenze in nazionale, ben 53 le ha svolte partendo da titolare. Inoltre con la Germania ha vinto anche la Coppa del Mondo nel 2014, dimostrandosi così un giocatore dal palmarès molto variopinto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati