Sport

José Mourinho, l'allenatore special one vincitore del triplete

José Mário dos Santos Mourinho Félix, più semplicemente José Mourinho, è uno degli allenatori più vittoriosi della storia storia del calcio

Fonte: flickr

José Mourinho, portoghese di Setubal, nato il 26 gennaio 1963, è uno dei pochi allenatori capace di affermarsi in quattro diversi campionati di calcio europei. Si è imposto in Portogallo con il Porto, in Inghilterra con il Chelsea, in Italia con l’Inter e in Spagna con il Real Madrid. Insieme ad altri quattro allenatori (Happel, Hitzfeld, Heynckes e Ancelotti) ha conquistato la Champions League guidando due squadre diverse: nel 2004 con il Porto e nel 2010 con l’Inter.

La sua carriera da calciatore non è stata rilevante, tanto che all’età di 24 anni ha deciso di smettere per prepararsi al suo futuro da allenatore. Dopo aver fatto da vice allenatore a Bobby Robson nel Barcellona, la sua carriera inizia nel 2000 con il Benfica. Dopo 9 partite si dimette per un cambio della proprietà. Passa poi nel gennaio 2001 all’União Leiria, raggiungendo il 5° posto in Primeira Liga.

Nel dicembre dello stesso anno viene ingaggiato dal Porto. Qui vince due campionati, una coppa nazionale, una supercoppa nazionale, una coppa Uefa e una Coppa Campioni.

Nel giugno 2004 passa in Premier League alla guida del Chelsea. Con i blues Mourinho conquista 2 titoli nazionali (il primo raggiungendo la quota record di 95 punti), due coppe di Lega una Supercoppa e una FA Cup. Meno fortunata la stagione 2007/2008 che decreta la rescissione del contratto. Nel giugno 2008 Mourinho approda in serie A alla guida dell’ Inter.

Nelle due stagioni italiane Mourinho conquista due scudetti, una Coppa Italia, una Supercoppa italiana e una Champions League. La stagione 2009/2010 è la stagione del cosiddetto triplete. Nell’estate 2010 avviene il passaggio alla Liga con il Real Madrid. Qui Mourinho vince un campionato nel 2011/2012 con il punteggio record di 100 punti. Si aggiudica anche una Supercoppa spagnola.

Nel 2013, a distanza di 6 anni dalla sua partenza, c’è il ritorno in Inghilterra sempre alla guida del Chelsea. In questa seconda parentesi inglese conquista una Coppa di Lega. Dopo tre stagioni, nel dicembre del 2015 Mourinho rescinde il contratto con la società del presidente Roman Abramovich. Il suo soprannome Special One se l’è dato da solo nel corso di un’intervista in Inghilterra.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati