Sport

Kobe Bryant, la leggenda dei Los Angeles Lakers

All'ultima stagione nell'NBA, Kobe Bryant è tra i più grandi giocatori di tutti i tempi

Fonte: flickr

Kobe Bryant è sicuramente uno dei giocatori più importanti negli ultimi vent’anni dell’NBA, la lega professionistica di basket americana, oltre che uno dei più forti nella storia di questo sport. Nel ruolo di guardia tiratrice è secondo solo a Michael Jordan come media di punti a partita, 26, oltre che più volte nominato nel quintetto difensivo dell’NBA.

Figlio di Joe Bryant, giocatore professionista a sua volta, vive parte della sua infanzia in Europa e in Italia, dove il padre vive gli ultimi anni della sua carriera. E’ qui che impara i primi fondamenti del basket, influenzato anche dalla scuola europea. Tornato in America , va a scuola alla Lower Merion High School, dove infrange record su record e si assicura un passaggio immediato, a soli 18 anni, nell’NBA.
Nel 1996 viene scelto al draft NBA dai Charlotte Hornets, che lo scambiano ai Lakers: è l’inizio di una carriera leggendaria per Kobe Bryant, che insieme a Shaquille O’Neal trascina la squadra di Los Angeles a un three peat leggendario nel 2000, 2001 e 2002.

Dopo alcuni anni di transizione nel 2009 e 2010 è di nuovo il momento della vittoria, sempre col coach Phil Jackson al timone e nuovi protagonisti a fianco di un Bryant sempre più dominante: che vince anche il premio di miglior giocatore delle finali.
Gli anni successivi sono meno fortunati per i Lakers e per Bryant: l’addio di coach Jackson, l’invecchiamento del roster, e la morte del proprietario Jerry Buss allontanano la squadra losangelina dalle vette NBA.

Nel 2012 l’arrivo di Dwight Howard e Steve Nash fanno pensare a una nuova dinastia dei gialloviola: ma è un fuoco di paglia, e un grave infortunio a Kobe Bryant nella primavera del 2013 fa finire nel peggiore dei modi la stagione dei Lakers.
Il ritorno dall’infortunio si rivela difficile, e anche se nella stagione 2014-15 Kobe supera, raggiungendo 32.293 punti, tra i marcatori di tutti i tempi dell’NBA Michael Jordan, il 29 novembre 2015 annuncia il suo ritiro a partire dalla stagione successiva. Da ricordare nel palmares del leggendario giocatore dei Lakers anche i due ori olimpici vinti a Pechino e Londra, ma sicuramente sarà difficile scordarsi di uno dei più forti e carismatici giocatori della storia dell’NBA.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati