La bandiera della Sardegna una emoji? Online la petizione

La bandiera della Sardegna tra le emoji da usare sui social network.

È questo l’obiettivo di una petizione online lanciata su Change.org da un giovane sardo di nome Pedru Sanna Deledda.

Nel testo della petizione si legge che dal giugno del 2017 UNICODE – il sistema di codifica che assegna un numero univoco ad ogni carattere usato per la scrittura di testi – cambierà il protocollo nella codifica delle bandiere riproducibili nei sistemi digitali.

Si passerà, infatti, dallo standard ISO 3166-1 (codici stato con due lettere) a ISO 3166-2 (codici stato e subregioni con tre lettere): una modifica che permetterà di utilizzare anche le bandiere di Nazioni come Scozia, Inghilterra e Galles ma anche quelle di territori fortemente identitari, quali la Catalogna, i Paesi Baschi, la Corsica e, per l’appunto, la Sardegna.

Tuttavia, affinché UNICODE possa includere la bandiera dei quattro mori, occorre che ci sia un grande interesse collettivo affinché questo accada.

Da qui l’idea di Pedru Sanna Deledda di creare una petizione che, se sottoscritta da molte persone, potrebbe spingere il consorzio che si occupa delle modifiche ad includere la bandiera sarda.

L’ideatore della petizione scrive che “ci sono moltissime altre cose più importanti e serie, ma per la Sardegna e i sardi sarebbe un segno di presenza in più nelle comunicazioni e costa solo un veloce firma digitale”.

Come stanno rispondendo i sardi?

Nel momento in cui scriviamo questo post, la petizione è stata sottoscritta da poco più di 2.750 sostenitori e l’obiettivo prefissato dal giovane sardo non è lontano, visto che ne vorrebbe 5.000.

Entuasiasti alcuni commentatori.

Tra di loro, il senso dell’iniziativa è ben riassunta da Andrea: “In ogni posto di riunione, nei concerti, nei comizi, nell’aiuto e nella beneficenza, la bandiera dei 4 mori è sempre presente, e con lei la solidarietà e lo spirito che contraddistingue noi isolani… la meritiamo anche sulle emojii!”.

Chissà, a questo punto, se proveranno a fare altrettanto pure i siciliani…

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti