Tech

La corsa dei droni dà spettaccolo, potete dimenticarvi la Formula 1

La Drone Racing League è la prima competizione mondiale di corsa dei droni. L'organizzazione sta gettando le basi per quello che secondo loro sarà lo sport del futuro

Avete mai visto una corsa di droni? Immaginatevi dei piccoli quadricotteri che sfrecciano ad una velocità di 80 miglia all’ora all’interno di centri commerciali abbandonati o nei tunnel in disuso della metropolitana. Da sempre le gare di corsa di ogni tipologia hanno suscitato passione ed interesse negli spettatori e Nick Horbaczewski, il fondatore della Drone Racing League (DRL), ha pensato che il discorso potesse essere trasferito anche in una gara di droni. La Drone Racing League prevede un circuito di 6 gare che si svolgeranno in giro per il mondo.

Come si vede nel video i piccoli quadricotteri volano ad alta velocità passando all’interno di “porte colorate”, con i “piloti” che possono seguire il percorso attraverso la telecamera montata a bordo del drone. Lo sport delle corse dei droni ha preso vita in Australia, dove alcuni appassionati hanno costruito dei droni molto veloci dotati di telecamere. Nick Horbaczewski nel 2015 si è imbattuto in una corsa di droni ed ha pensato che fosse la cosa più bella ed emozionante che aveva mai visto. A quel punto Horbaczewski ha deciso che avrebbe dato vita alla DRL. L’obiettivo è quello di rendere la corsa dei droni uno spettacolo che “possa far dimenticare agli sportivi la Formula 1”.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati