Lifestyle

La dura vita delle blogger famose, ecco cosa può capitare

La vita delle blogger famose non è poi così perfetta come potrebbe sembrarvi. Molte tra loro hanno rivelato le cose peggiori che sono state dette a loro proposito

Fonte: Pixabay

La vita delle blogger famose? Non è poi così fantastica a quanto hanno confessato molte di loro che sono state insultate sui social media. Con il loro guardaroba firmato e interminabili scatti di vacanze, sembra che la vita delle blogger famose sia dolcissima. Ma anche le star più famose nei social media devono affrontare le critiche. Susie Bubble, che è una delle fashion blogger più seguite al momento, ha rivelato che qualcuno dei suoi duecentoquarantaquattromila follower l’ha apostrofata col termine an ugly, fat clown (in italiano un brutto, grasso pagliaccio) in alcuni crudeli commenti fatti sul suo stile.

Allo stesso modo Camille Charriere, una blogger francese molto amata e conosciuta online, ha dovuto fronteggiare commenti ostili. La ragazza, esperta in stile, ha provato tuttavia a ignorare queste critiche aggiungendo che per ogni persona che pensa che tu vesta come un bidone dell’immondizia ce ne sono altre dieci che, al contrario, pensano che tu sia la persona più cool mai vista. E sebbene molte persone invidino le star di Instagram, la fashion designer Hana Tajima ha affermato che un commento negativo può letteralmente conficcarsi nell’anima delle blogger famose per tutta la loro vita.

Samar Seraqui De Buttafoco ha ammesso di essere stata accusata di sembrare una prostituta. E Masha Sedgwick, una fashion blogger con più di centomila fan, ha affermato che molti utenti dei social network non possiedono proprio niente di sociale. Molte donne stanno parlando a nome della campagna di Amazon Fashion #SaySomethingNice, la quale incoraggia le persone ad essere meno giudicative riguardo le scelte di stile altrui e a celebrare l’individualità. Siobhan Mallen, content director di Amazon Fashion Europe, ha affermato che al giorno d’oggi la condivisione del fashion è altissima nei social media.

Tristemente, ha continuato Siobhan, criticare e ridicolizzare le persone per come vestono è diventato ugualmente comune. Il cinquanta percento delle donne si è sentito giudicato sui social media per le proprie scelte di stile. Molte persone possono richiamare momenti della propria vita in cui sono state criticate sui social media e possono parlare di quanto impatto abbiano avuto su di loro i commenti negativi. Allo stesso tempo, però, hanno ammesso di come loro stesse abbiano giudicato gli altri per il loro modo di vestire.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati