La playlist di Maria Antonietta per deludere le aspettative

Maria Antonietta ci ha regalato una sua personalissima playlist per deludere – sorridendo - le aspettative degli altri (e un po’ anche le proprie)

E’ la volta di Maria Antonietta, che ci ha regalato una playlist per deludere – sorridendo – le aspettative degli altri (e un po’ anche le proprie). La cantante di Pesaro ha le idee chiare quando si tratta di scegliere musica, soprattutto quella che fa bene all’anima: ecco che le canzoni da lei selezionate si trasformano in una medicina contro le nostre paure e insicurezze.

“Tutti i giorni – ha spiegato l’artista – abbiamo a che fare con aspettative e proiezioni (le nostre e quelle degli altri) circa quello che diciamo, quello che facciamo, chi siamo, chi non siamo, chi dovremmo essere, quanto attraenti risultiamo. Queste canzoni sono un modo di sorridere o perlomeno cercare di farlo a tutto questo, rivendicando i propri desideri, la propria complessità, la propria diversità qualche volta alzando un dito medio e qualche volta scappando a Strawberry Fields”.

La playlist di Maria Antonietta inizia con “Tomboy” di Princess Nokia, per proseguire con un grande classico di John Lennon:Watching the wheels“.  Il nostro viaggio contro le aspettative continua sulle note di “You don’t own me” di Lesley Gore e “Is that all there is?” di PJ Harvey & John Parish.

Troviamo poi “Lost ones” di Lauryn Hill e la strepitosa “Karen don’t be sad” realizzata da Miley Cyrus & Her Dead Petz. Infine la playlist di Maria Antonietta si chiude sulle note di “Call the doctor” di Sleater-Kinney e “Strawberry Fields Forever” dei Beatles.

Classe 1987, Maria Antonietta (vero nome Letizia Cesarini) è una della cantautrici più promettenti del momento. Sin da giovanissima inizia a studiare musica, ma la vera svolta arriva nel 2007, quando a Verona incontra Bob Corn. Nel 2010 lancia il suo primo album solista intitolato “Marie Antoinette wants to suck your young blood” che riscuote da subito ottime critiche grazie ai testi in inglese e all’ispirazione punk. Il tema di fondo è la forza e il coraggio delle donne, con riferimenti alla poetessa Sylvia Plath e a Giovanna D’Arco. Nel 2011, dopo un lungo tour in giro per l’Italia, esce il suo secondo album, ispirato da grandi nomi della musica italiana e internazionale. Dopo una serie di fortunati live e molti riconoscimenti, nel 2014 arriva “Sassi”.

Maria Antonietta

Proprio oggi è uscito “Deluderti“, il brano che anticipa l’album omonimo in uscita il 30 marzo per La Tempesta. Nell’attesa di questa data, ci godiamo la playlist che ci ha regalato Maria Antonietta per deludere – sorridendo – le aspettative degli altri (e un po’ anche le proprie).

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti