Imperdibili

La poliomielite scomparirà definitivamente nel 2017

La poliomielite, grave malattia infettiva a carico del sistema nervoso centrale, scomparirà definitivamente nel 2017 grazie ad un nuovo vaccino

Fonte: Wikimedia

La poliomielite è destinata a scomparire per sempre entro la fine del 2017, grazie ad un nuovo vaccino che eradicherà la malattia a livello mondiale. La scienza e la medicina hanno così compiuto un altro importante passo in avanti. La poliomielite è una malattia infettiva a carico del sistema nervoso centrale e altamente contagiosa che si diffonde da individuo a individuo principalmente per via oro-fecale. E’ stata una delle malattie infantili più temute del ventesimo secolo.

Tale malattia causa la distruzione dei neuroni motori del sistema nervoso centrale, provocando febbre, disturbi gastrointestinali, meningite, perdita del tono muscolare, paralisi dei muscoli e riduzione nelle capacità respiratorie, di ingestione e di parola.
A seconda dei nervi coinvolti, possono presentarsi diversi tipi di paralisi. La forma più comune è la polio-spinale, che provoca paralisi asimmetrica e coinvolge le gambe. Una minima percentuale dei casi porta ad una paralisi completa e irreversibile.

Attualmente, questa malattia è scomparsa già da molti paesi, compresa l’Italia dove l’ultimo caso di poliomielite risale al lontano 1982. E’ però ancora radicata in ben 155 nazioni e l’obiettivo dell’OMS è proprio quello di debellare tale patologia in questi restanti paesi.
Purtroppo, chi è già stato contagiato dalla poliomielite può far affidamento solo su trattamenti specifici che ne riducano gli effetti dannosi, in quanto non esistono cure in grado di debellare la malattia una volta contratta. L’unica soluzione esistente è la prevenzione attraverso il vaccino.

I precedenti vaccini potevano essere somministrati tramite iniezione intramuscolo o in gocce per via orale e sono gli stessi che hanno permesso di eradicare la poliomielite in Italia e in Europa. Questi contrastavano i tre ceppi virali che causavano la malattia.
Dato che uno dei tre ceppi virali è stato ormai debellato in tutto il mondo, si è creata una nuova formulazione del vaccino, più potenziata, che agisca in modo deciso e definitivo sui rimanenti due ceppi poliomielitici.
Il nuovo vaccino, che potrà essere somministrato in gocce per via orale, verrà diffuso prevalentemente nelle nazioni in via di sviluppo e dove la poliomielite è ancora radicata, sperando che si possa finalmente scrivere la parola fine su questa brutta malattia.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati