Sport

La serie A dà i numeri, statistiche da record

In attesa dell’inizio della nuova stagione, programmato per il prossimo 21 agosto con i primi anticipi, tutto su quella precedente, coi i primati della Juventus campione d’Italia ma anche i dati relativi alle altre squadre e ai migliori giocatori

Prima di mandare definitivamente in archivio il campionato concluso lo scorso 15 maggio, che ha visto trionfare la Juventus per il quinto anno consecutivo, ecco  i numeri e le statistiche della Serie A TIM 2015-2016. Delle 380 partite disputate il 46,1% (175) ha registrato una vittoria della squadra in casa, 110 i successi esterni, mentre i pareggi sono stati 95, in aumento nel finale di stagione rispetto al giro di boa (dopo la 19ª erano 42). I campioni in carica hanno stabilito il record di successi esterni (13) ed interni (16, in condivisione col Napoli), e la più lunga sequenza di vittorie (15), mentre Hellas Verona e Sassuolo hanno pareggiato più delle altre (13 volte).

Analizzando le rilevazioni statistiche di squadra si possono intuire le caratteristiche di gioco delle nostre formazioni: la Fiorentina detiene il maggior possesso palla medio a incontro (30' e 17''), la Lazio ha utilizzato molte le fasce (324 cross utili in totale), il Napoli ha tirato verso la porta più di tutte (518 volte, di cui 256 nello specchio), il ChievoVerona quella che è andata più volte in fuorigioco (117), il Milan recupera più palloni (908), l'Inter batte più angoli (244), Lazio e Torino hanno segnato più rigori (9), la Roma con i suoi attaccanti è partita in contropiede 51 volte ed è anche la più sfortunata con 18 legni colpiti.

Ci si è avvicinati ai 1.000 gol (979), con una netta prevalenza delle marcature realizzate di destro (522) e dall'interno dell'area di rigore (712). Si segna di meno ad inizio gara (121 reti nel primo quarto d'ora) e di più nei finali di tempo (il massimo tra la mezz'ora della ripresa e il triplice fischio con 238 gol). Il più veloce a sbloccare un match è stato Paloschi, pronto a rientrare nel nostro campionato, a segno contro il Genoa, all'ottava giornata, dopo soli 48 secondi. Mattatore assoluto il centravanti del Napoli Higuain, che ha disputato una stagione pazzesca dal punto di vista realizzativo spodestando dopo 66 anni Nordhal dal gradino più alto dei cannonieri di tutti i tempi in una singola stagione. L'argentino è andato a segno 36 volte, con 9 doppiette e 1 tripletta, e risulta il calciatore che ha effettuato il maggior numero di tiri (146). Tre reti in una partita sono state segnate anche da Kalinic, Suso e Mertens. C'è chi segna e chi fornisce le palle gol agli attaccanti: Hamsik ha servito ai compagni 31 assist in stagione, però non tutti i suoi passaggi sono stati sfruttati al meglio dai calciatori del Napoli poiché il leader degli assist tramutati in rete è Pogba con 11.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati