Sport

La Storia dell'Unione Sportiva Catanzaro

I giallorossi sono stati la prima squadra calabrese ad aver partecipato sia alla Serie B che alla Serie A

Fonte: Wikipedia

L’Unione Sportiva Catanzarese nacque ufficialmente nel 1927 dalla fusione di due squadre della città calabrese, la Scalfaro e la Giulio Braccini. La nuova Società, la cui presidenza venne affidata al marchese Susanna, era guidata da alcuni personaggi di spicco della città di Catanzaro che decisero di adottare il giallo ed il rosso come colori della maglia e l’aquila imperiale come simbolo.

Nei suoi primi 3 anni di storia il Catanzaro partecipò a campionati a carattere regionale prima di essere ammesso, nel 1930, al campionato nazionale di Prima Divisione.
Dopo 2 stagioni di apprendistato nel terzo anno di Prima Divisione i giallorossi, allenati dall’ungherese Géza Kertész, vincono il campionato ottengono la promozione in Serie B. Negli anni successivi i risultati del Catanzaro sono un continuo ”ascensore” tra la Serie B e la Serie C, prima che le gravi difficoltà economiche del dopoguerra portassero stabilmente la squadra in Serie C.

La svolta arriva nel 1958, anno in cui l’avvocato Nicola Ceravolo prende in mano la Società. Il Catanzaro allenato da Piero Pasinati centra subito la promozione in Serie B e negli anni successivi mantiene senza problemi la categoria, arrivando a giocarsi anche una finale di Coppa Italia contro la Fiorentina (persa per 2-1 dopo i tempi supplementari).

Nella stagione 1970/1971 il Catanzaro, alla dodicesima consecutiva tra i cadetti, centra la sua prima storica promozione in Serie A. I giallorossi allenati da Gianni Seghedoni approdano nella massima serie grazie alla vittoria nello spareggio promozione giocato contro il Bari, ma l’anno successivo retrocedono di nuovo in Serie B. Nel 1974/1975 sulla panchina dei calabresi arriva il giovane napoletano Gianni Di Marzio che riesce a creare una perfetta alchimia fra la squadra e la città, ed al secondo anno guida nuovamente i giallorossi in Serie A.

A cavallo del 1980 il Catanzaro vive i suoi anni migliori e gioca per 5 stagioni consecutive nella massima serie. Nella stagione 1981/1982 raggiunge addirittura il 7º posto in Serie A (il miglior piazzamento della sua storia), ma è il canto del cigno perchè nei 2 anni successivi arrivano 2 retrocessioni che riportano i giallorossi in Serie C. Negli ultimi 30 anni la storica società calabrese non è più riuscita a rialzarsi per tornare agli splendori di un tempo, ed a parte qualche sporadica apparizione in Serie B (l’ultima nel 2005/2006) i giallorossi hanno giocato stabilmente prima in Serie C e poi in Lega Pro, serie che occupano tutt’ora.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati