Viaggi

La storia e le caratteristiche climatiche delle isole Bermuda

Spiagge mozzafiato, temperature miti e acqua cristallina. Tutto quello che dovete sapere per organizzare un viaggio indimenticabile alle Bermuda

Fonte: google

Situate in mezzo all’Oceano Atlantico, le Bermuda sono un paradiso terrestre e meta sempre più ambita dagli stranieri che vogliono passare una vacanza rilassante, ma anche da coloro che intendono incominciare una nuova fase della loro vita in un posto diverso. La magnificenza di questo territorio comprende ben 300 isole. Di queste, però, se ne contano solo 20 abitate.

Il capoluogo dell’isola Bermuda è Hamilton, città dal nome britannico e una delle poche eredità che hanno lasciato i conquistatori inglesi. Infatti, il colore della pelle degli abitanti spazia dal nero al mulatto. Ben pochi sono gli individui di pelle bianca che vivono stabilmente nelle Bermuda.

La storia

Parlando un po’ di storia, le isole Bermuda prendono il nome da Juan de Bermudez, navigatore spagnolo che le scoprì nel lontano 1505. Queste mantennero il loro nome, sebbene nel 1609 vennero conquistate dai naufraghi inglesi della nave Sea Venture, che le ribattezzarono Isole Somers.

Gli inglesi lasciarono alle Bermuda la loro lingua madre, che è la prima lingua ufficiale. La seconda è il portoghese. Le Bermuda insieme alla Penisola della Florida e al Porto Rico, formano il noto Triangolo delle Bermuda: una zona marittima considerata piuttosto sfortunata a causa delle anomale sparizioni di velivoli e navi che si sono verificate nel tempo.

Clima

Il clima delle Bermuda è piuttosto mite, in quanto risente della mitigazione della Corrente del Golfo. Questo clima, però, si trasforma in abbondanti precipitazioni e abbassamento di temperature. Queste ultime di norma non scendono sotto i 15 gradi neppure d’inverno. D’estate invece le Bermuda hanno un clima afoso, reso sopportabile dalle fresche brezze marine. Tuttavia, da giugno ad agosto bisogna fare attenzione agli uragani che, seppur raramente, possono colpire le coste delle Bermuda.

Periodo migliore

Grazie alla versatilità del clima, le Bermuda possono essere visitate tutto l’anno, anche se il periodo migliore è compreso tra i mesi di aprile e di maggio. Questi due mesi sono al sicuro sia dalle precipitazioni che dagli uragani. Ma, bisogna ammetterlo, fare il bagno in primavera è da cuori forti, in quanto la temperatura delle acque non supera i 21 gradi.

Horseshoe Bay Beach

Cosa vedere alle Bermuda? Horseshoe Bay Beach, da non confondere con la cittadina della Florida Horseshoe, è una delle spiagge più famose delle Bermuda. La sua bellezza ha fatto sì che un noto sito di viaggi la mettesse all’ottavo posto nella classifica delle spiagge più belle del mondo. Horseshoe Bay Beach è frequentata dai turisti tutto l’anno.

Viene presa d’assalto quando, una volta al mese, ospita una competizione di Beach Volley professionale. Inoltre, la battigia di questa bellissima spiaggia ospita una volta all’anno il The Bermuda Good Friday Kite Fest, un evento dedicato alle famiglie. Infine, Horseshoe Bay Beach ospita anche l’evento The Bermuda Beachfest Emancipation Celebration.

Barbados

Tra il Mar dei Caraibi e l’Oceano Atlantico troviamo le Barbados, un’isoletta che fa parte delle Piccole Antille. Il suo clima è tropicale, il che significa che fa caldo tutto l’anno con picchi di temperature nei mesi tra maggio e ottobre e lieve respiro tra dicembre e maggio.

L’afa è comunque mitigata dalle fresche brezze che rendono sopportabile il caldo anche in un mese come agosto. Le piogge sono frequenti, solitamente causate da temporali che durano poco tempo. Tuttavia, così come tutte le Isole Caraibiche, anche le Barbados sono vittime di uragani specie nei mesi compresi tra ottobre e agosto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati