Le citazioni della serie Tv Strangers Things

Le citazioni di Stranger Things hanno consentito ai fratelli Duffer di creare un prodotto chiaramente anni '80 nel 2016, facendo leva con successo sull'effetto nostalgia

Le citazioni di Stranger Things sono tante e in fondo rappresentano uno dei motivi principali che hanno reso la serie tv Netflix un instant classic. Parlando della creatura dei fratelli Duffer, chiaramente condizionata dagli anni ’80, Stephen King ha dichiarato che è quasi un suo Greatest Hits, in senso positivo (ha sottolineato). Otto episodi entusiasmanti, in grado di attrarre i nostalgici e, al tempo stesso, attirare le nuove generazioni in un mondo di avventure tra ragazzi a caccia di misteri, che hanno fatto la storia degli ultimi due decenni dello scorso secolo.

La serie tv di Netflix omaggia Stand By Me con la ricerca di un amico scomparso, seguendo i binari del treno. Stile anni ’80 e Bmx non possono non urlare ET. Se poi Mike fa salire in sella Eleven per seminare gli scienziati cattivi, l’omaggio è palese. Nel corso delle puntate risulta necessario condurre Eleven a scuola ma, dato il suo aspetto fuori dal normale, le occorrono una parrucca bionda e un bel vestitino. Una normalità ostentata che farà poi largo all’esplosione dei suoi poteri, ricordando Carrie di Brian De Palma, tratto dal romanzo di King.

La scoperta delle prime pulsioni sessuali, unita ad avventure nel sottosuolo (in Stranger Things è rappresentato da un’altra dimensione), non fa che urlare Goonies. Se si parla invece di una bambina dai poteri psichici e si ricorda la scena dell’albero che cattura Nancy, ci si renderà conto che Poltergeist rientra nella lista delle citazioni di Stranger Things. Dopo la scomparsa di Barbara, Nancy si ritrova a vivere a scuola un’esperienza terribile, che ricalca quella di un’alta Nancy, alle prese con Krueger in Nightmare.

Tra le citazioni di Stranger Things compare anche La Cosa, omaggiato con un mostro alquanto simile. Luci e suoni rappresentano elementi fondamentali in Incontri ravvicinati del terzo tipo e, dopo la scomparsa di Will, questo è l’unico modo che il giovane ha per comunicare. Ciuffo, famiglia ricca e animo parzialmente oscuro. Si potrebbe riassumere così il personaggio di Steve, che non avrebbe sfigurato in Pretty in Pink. L’ultima citazione della lista è all’anime Evangelion, nel quale Rey viene sottoposta da una figura paterna a innumerevoli esperimenti, potenzialmente letali, per un bene superiore, proprio come Eleven.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti