Lifestyle

Le più divertenti risposte agli esami di bambini e adolescenti

Le risposte agli esami dei bambini sono divertenti. Gli insegnanti hanno corretto i test dei loro alunni, raccogliendo le improbabili soluzioni lette sulle prove svolte

Fonte: flickr

Alzi la mano chi non ha inventato almeno una risposta ad un test scolastico. Le risposte agli esami sono divertenti. In Inghilterra alcuni insegnanti hanno deciso di raccogliere e rendere pubbliche le soluzioni scritte dai bambini e dagli adolescenti nelle prove. Il risultato? Un mix di sarcasmo, onestà nella versione più cruda ed ingenuità giovanile.
I docenti non si sono forse divertiti troppo, visto l’arduo compito di dover scrivere i giudizi per i loro studenti, ma i giornali del Regno Unito hanno trovato le risposte esilaranti.
Non si conoscono gli autori, perché si dice il peccato ma non il peccatore, però di certo sono dotati di grande creatività e fantasia.

Tra le risposte agli esami dei bambini ce ne sono di più o meno originali, ma è difficile dire che non abbiano risposto alla domanda. Al quesito sul dare i nomi ai quadrilateri raffigurati un alunno ha scritto Bob per il quadrato e Sam per il trapezio. Il film The Hunger Games diventa la soluzione per la sovrappopolazione.
Come dare torto al bambino che al quesito sulla differenza tra i numeri 8 e 6 ha risposto che l’otto è tutto ricciuto, mentre il sei no?
Quando il test chiede come fossero le prime cellule, pare normale rispondere “sole”. Del resto se erano le prime non potevano essere in compagnia.

Chi non ama la musica pop sicuramente concorda con chi ha risposto Mariah Carey alla domanda che chiede quale sia il rumore con la frequenza più alta che un uomo senta.
Uno dei quesiti più importanti di una prova d’esame domandava cosa fosse finito nel 1896. Logica la risposta: il 1895. Le risposte agli esami dei bambini che hanno fatto ridere la Gran Bretagna sono davvero tante. Bisognerebbe provare a mettersi nei panni degli insegnanti per sapere come valutare i piccoli studenti. Da un lato ci sono le risposte giuste o sbagliate, mentre dall’altro c’è e ci dovrebbe essere la logica.

Analizzando ciò che i docenti hanno reso pubblico, con tanto di fotografie, scegliendo tra le risposte agli esami più divertenti, non si può fare a meno di notare che ciò che hanno scritto gli alunni, fila.
Infatti se si chiede di espandere la formula (a+b) elevato ad n ed il bambino riscrive più volte la formula, aumentando lo spazio tra a, + e b, non si può dire che non abbia risposto alla domanda. Ma l’insegnante ha preferito scrivere un commento che forse non era troppo positivo e lusinghiero: “Molto divertente, Peter”. Del resto si sa, l’umorismo inglese, con le sue freddure, è famoso in tutto il mondo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati