Imperdibili

Legalizzare? 5 cose che probabilmente non sai sulla marijuana

Le droghe leggere e gli effetti che l'uso della marijuana può provocare sono tra i principali argomenti trattati in questi giorni in Parlamento, che dovrà decidere se legalizzare questa droga

L’argomento droghe leggere è finito sui banchi del Parlamento italiano, ma la discussione se legalizzare o meno una droga come la cannabis è durata poco ed è stata subito rimandata a settembre. In attesa di novità riguardo questo tema così delicato, ecco a voi 5 cose che (forse) non sapete sulla marijuana e sui suoi effetti. Iniziamo con una doverosa precisazione: morire di marijuana è praticamente impossibile, dato che si può incorrere in overdose solo se si assumono 680 chilogrammi di questa sostanza in 15 minuti circa. Praticamente impossibile per chiunque, anche per il fumatore più incallito.

Negli Stati Uniti d’America il mercato scaturito dalla recente legalizzazione della cannabis ha permesso di creare giri d’affari prima d’ora inimmaginabili, tanto che nel 2015 i cittadini dello Stato del Colorado hanno avuto la possibilità di farsi restituire parte delle tasse pagate l’anno precedente. La cifra ammontava a circa 50 milioni di dollari e tutto questo denaro è stato raccolto proprio grazie all’apporto della marijuana, liberalizzata nel 2012. Sapevate che l’Esercito Italiano coltiva la cannabis? L’uso terapeutico della marijuana è legale in Italia dal 2007 e nel giugno 2016, presso lo stabilimento chimico-farmaceutico militare di Firenze, è stato impacchettato il primo raccolto Made in Italy.

La quarta cosa che forse non sapete sulla marijuana è che, secondo la Direzione Nazionale Antimafia, legalizzare questa droga provocherebbe un profondo indebolimento delle organizzazioni criminali, dato che il mercato delle droghe leggere copre la metà del traffico totale di stupefacenti. Chiudiamo con una curiosità davvero particolare: anche i cani si “sballano”. Infatti il fumo passivo della marijuana può provocare effetti stupefacenti anche sui nostri amici a quattro zampe.

Ad Amsterdam i proprietari di cani si sono addirittura lamentati perchè i loro animali domestici si sentivano male dopo aver mangiato le feci contaminate da queste droghe leggere e lasciate nei parchi della città olandese dai fumatori che ne avevano fatto uso. Per chi non lo sapesse, la marijuana è una sostanza psicoattiva che si ottiene dall’essiccazione delle foglie di cannabis. Quest’ultima è una pianta originaria dell’Asia centrale, utilizzata in diversi campi e settori, come ad esempio nell’industria e nel tessile. Ciò che rende questa pianta illegale in molti paesi del mondo è il THC, sostanza stupefacente contenuta in essa.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati