Imperdibili

L'Etna dà spettacolo, tutte le eruzioni del vulcano siciliano

Da millenni l'eruzione dell’Etna e la relativa fontana di lava sono uno spettacolo per il mondo. Scopriamo i recenti fenomeni che hanno interessato questo stupendo vulcano

Fonte: flickr

È avvenuta di recente l’eruzione dell’Etna, con una fontana di lava che ha messo in scena uno spettacolo colorato. Nel corso delle ultime settimane, il cratere “Voragine” è stato interessato da un’attività stromboliana di basso livello prevalentemente localizzata. Questa attività ha raggiunto il culmine con l’emissione di una fontana di lava che ha raggiunto un chilometro di altezza, con un pennacchio di cenere alto 3 chilometri.

Si tratta della prima eruzione significativa dal maggio 2015, quando l’attività si è concentrata prevalentemente sul nuovo cratere di sud-est. La storia geologica dimostra che il monte Etna emette lava periodicamente da migliaia di anni. La prima eruzione documentata dell’Etna appartiene a Diodoro Siculo. Nel 396 a.C., un’eruzione dell’Etna ostacolò i cartaginesi nel tentativo di avanzare verso Siracusa durante la seconda guerra siciliana.

Particolarmente violenta fu l’eruzione del 122 a.C, che portò il governo romano ad esentare la popolazione di Catania dal pagamento delle tasse per dieci anni. Fino al 1500 d.C, molte eruzioni dell’Etna non sono state documentate. I fenomeni più importanti furono quello del 1030, che produsse una fontana di lava che viaggiò per 10 chilometri, e quello del 1160 o 1224, in cui la colata raggiunse la città di Catania, minacciando seriamente la popolazione.

L’eruzione più disastrosa fu quella del 1669. L’otto marzo l’Etna iniziò ad emettere dei boati. Molteplici fenomeni nelle settimane successive provocarono una catastrofe. Per diverse settimane, la lava fu spinta verso Catania e il mare. Il capoluogo etneo non fu l’unica città colpita, in quanto l’eruzione spazzò via 14 città e paesi, lasciando circa 27.000 persone senza tetto. Dal 1669 in poi, l’eruzione più violenta risale al 1928, in cui la lava distrusse il centro abitato di Mascali.

Da allora, le eruzioni dell’Etna sono state sempre più controllate. Nel 1971, una fontana di lava ha distrutto l’osservatorio dell’Etna e nel 1981 una colata ha minacciato la città di Randazzo. Nel 1991, invece, è stata colpita la città di Zafferana Etnea vicino Belpasso. Il vulcano è rimasto inattivo fino al 2001, quando un’eruzione ha sprigionato una grande colata di cenere con la distruzione di stazioni sciistiche. Nel 2008 si è verificata una lunga attività del vulcano, durata 417 giorni. Negli anni successivi vi sono stati ripetuti fenomeni con frequente chiusura dell’aeroporto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati