L'idea di successo di due giovani calabresi: allevare lumache

Fonte: Pixabay

In Calabria, due ragazzi che non hanno compiuto neanche 30 anni, stanno avendo successo grazie all’allevamento di lumache, cominciato nel 2016.

Si chiamano Francesco Di Deco e Guseppe Maisto ed entrambi sono originari di Scalea, comune calabrese di 11mila abitanti che si trova in provincia di Cosenza.

La loro impresa, Lumache e Derivati, è una società agricola che – come si legge sul sito aziendale – “nasce dalla voglia di ritornare alla lavorazione della terra e di sperimentare un allevamento interamente biologico, con l’obiettivo di offrire un prodotto altamente qualitativo e genuino, rispettando il ciclo naturale di vita della lumaca“.

Ma cosa deriva dalle lumache (che si cibano a Scalea solo di alimenti biologici)?

Anzitutto, prodotti gastronomici come un caviale bianco che “offre certamente una nuova esperienza di gusto” o un buon sugo per la pasta.

Ma anche prodotti cosmetici: grazie alla bava delle lumache, infatti, si possono combattere rughe, smagliature e cicatrici, nonché idratare la pelle secca e contrastare l’acne.

I due giovani imprenditori quindi, con il supporto iniziale delle proprie famiglie (senza l’ausilio di alcun capitale pubblico), hanno creato un grande business attorno alle lumache, andando in controtendenza rispetto a molti loro coetanei, restando nella propria terra e scommettendo su un’idea che si sta rivelando non solo originale ma soprattutto vincente.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti