Sport

L'importanza di chiamarsi Skulason

Per un motivo assai singolare il difensore islandese ha fatto breccia nel cuore degli abitanti di Pieve di Cento. E adesso c'è chi vorrebbe dargli la cittadinanza onoraria.

Ari Freyr Skulason, illustre sconosciuto prima che iniziasse il campionato europeo (alzi la mano chi era a conoscenza del suo tesseramento per il club danese dell’Odense), un po’ come i suoi compagni di squadra della nazionale islandese ha fatto breccia nel cuore di centinaia di migliaia di appassionati di calcio del Vecchio Continente, affascinati dal piglio della selezione isolana, dall’attaccamento alla maglia e dalle belle tifose recatesi in Francia.

Il difensore, però, è andato oltre, grazie al suo cognome, assai simile a una esclamazione (Sculason) assai in uso a Pieve di Cento, comune di 7mila abitanti del Bolognese che ha dato i natali a Red Ronnie, al secolo Gabriele Ansaloni.

Per celebrare la singolare somiglianza è stato creato anche un gruppo Facebook, che non si è limitato a sottolinearla, ma che si è dato una missione, decisamente ambiziosa: fare sì che a Skulason venga concessa la cittadinanza onoraria di Pieve di Cento.

Mentre le fidanzate degli imprecisi dal dischetto calciatori italiani si affannano a difenderli, a volte con uscite al limite della comprensione umana, a rubare la scena è invece Kris Jonasdottir, la compagna di Aron Gunnarsonn, uno degli eroi della spedizione islandese in Francia. 

Nelle numerose immagini che stanno circolando sul web la modella,  ventisette anni, mostra un fisico molto tonico, muscoloso e con gli addominali ben scolpiti. Appassionata di fitness, la ragazza ha anche lanciato una sua linea di creme abbronzanti: vanno a ruba a quanto pare.

La squadra simpatia quando è tornata a casa ha fatto il pieno di applausi. Se la fine dell’Europeo dell’Italia è stata scandita dalle lacrime, solo sorrisi e festeggiamenti hanno accompagnato il rientro dei giocatori dell’Islanda, rientrati a Reykjavik dopo la pesante sconfitta subita nei quarti contro la Francia.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati