Lo chiamano l'uomo spazzatura, indossa per un mese tutti i rifiuti che genera

Un attivista americano cerca di sensibilizzare New York sul ridurre il consumo girando per la città ricoperto di tutta la spazzatura che crea ogni giorno

Avete mai pensato alla quantità di rifiuti che possiamo creare in un solo giorno? Non solo durante i nostri pasti, ma con tutto quello che facciamo, dalla doccia al soffiarci il naso. Se provate a tenerla da parte a fine giornata vi accorgerete dell’enorme quantità di spazzatura che l’uomo può creare giornalmente. Questi scarti vengono poi riciclati o meno ma influiscono in ogni caso sull’inquinamento e le condizioni ambientali.

In America, rispetto al nostro paese, il problema è ancora più grave. Le cose sono super confezionate. Ogni minuscolo oggetto ha la sua copertura in plastica. L’8% dei prodotti viene utilizzato solo una volta e poi buttato. Gli americani, infatti, producono da soli il 33% della spazzatura solida mondiale pur avendo solo il 4,6% della popolazione globale. Un enorme quantità in proporzione quindi.

Un iniziativa per sensibilizzare

La situazione è così grave che Rob Greenfield, un attivista ambientale, ha deciso di portare avanti un esperimento che alcuni potrebbero considerare estremo. Da un paio di settimane a deciso di seguire lo stile di vita di un americano medio, producendo 2 kili di spazzatura al giorno. Ma non è finita qui: per un mese andrà avanti in questo modo e indosserà tutti i rifiuti che produce.

L’esperimento va avanti già da un paio di settimane. Rob gira per le strade di New York con la sua tuta creata appositamente per circa 7 ore ogni giorno. Su di essa sono attaccati dei sacchetti di plastica trasparenti e richiudibili dove inserire tutta la spazzatura, ed evitare la puzza il più possibile. Questa iniziativa è stata messa in atto per sensibilizzare gli americani sul problema dei rifiuti che grava irrimediabilmente sul paese.

L’uomo spazzatura

Rob ha chiamato questo progetto “Trash Me” e diventerà un documentario. Si aspetta di avere addosso quasi 46 kg di spazzatura alla fine del suo esperimento il 19 ottobre. Ha deciso di non portare addosso i rifiuti organici, come avrebbe voluto, perché si è reso conto che la puzza sarebbe stata eccessiva e controproducente. Ha scelto New York perché è la città più grande degli U.S.A. e i suoi abitanti producono 12.000 tonnellate di spazzatura ogni giorno.

“Ovunque tu vada è ‘compra, compra, compra, consuma, consuma’. Se vogliamo vivere veramente una vita conscia dell’ambiente negli Stati Uniti, bisogna andare contro corrente”, afferma Rob convinto. Ormai è diventato famoso nella Grande Mela e ovunque vada ci sono persone che lo fermano per fargli una foto. “Agli americani va bene riciclare e comprare più prodotti eco-friendly ma non sono propensi a ridurre i consumi.”

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti