Imperdibili

L'unico cyborg esistente afferma: l'uomo verrà presto stampato in 3D

Il cyborg Neil Harbisson sostiene che l'uomo stampato in 3D potrà presto vagare per i pianeti ed esplorarli al posto nostro

Fonte: flickr

Il momento dell’uomo stampato in 3D sta arrivando. Questo è quanto sostiene Neil Harbisson, il primo cyborg riconosciuto a livello mondiale, secondo cui le persone verranno presto stampate ed inviate in angoli lontani dell’universo, per esplorare lo spazio. Harbisson è affetto da acromatopsia ma ora ha un’antenna che fuoriesce dalla sua testa che gli permette di percepire i colori al di là dello spettro di luce visibile. Parlando alla manifestazione “Transformers” organizzata dal Washington Post, Harbisson ha spiegato che la sua antenna è in grado di ricevere i colori da qualsiasi parte del mondo attraverso una connessione Internet.

Il governo britannico riconosce Neil Harbisson come un cyborg e le autorità gli hanno consentito di richiedere il passaporto con una foto che mostra l’apparecchio chiamato eyeborg. Il compositore, pittore e fotografo britannico sta ora studiando il modo di collegare la sua mente in modo permanente allo spazio. Si connette quindi alla Stazione Spaziale Internazionale per due ore al giorno e dice che ci vorranno circa due o tre anni prima che si possa collegare in modo stabile. Questo perché ha bisogno di adattarsi alla più ampia gamma di colori visibili nello spazio per convertirli in tempo reale in onde sonore.

Le frequenze della luce vengono, infatti, inviate ad un chip che le trasforma in frequenze sonore. In altre parole, Harbisson ascolta i colori via conduzione ossea. Se il suo esperimento riuscirà, il primo uomo cyborg immagina un mondo in cui gli esseri umani potranno inviare le stampanti 3D sui vari pianeti ed utilizzarle per creare le versioni di se stessi. L’uomo stampato in 3D sarà poi controllato da un cyborg sulla Terra, ma l’interfaccia diretta con il corpo consentirà di sentire realmente ciò che la copia sente. Harbisson ha detto che, così facendo, “Saremo in grado di esplorare lo spazio inviando la nostra mente nello spazio”.

Neil Harbisson, artista a tutto campo che percepisce la realtà in maniera molto alternativa, non ha parlato solo dell’uomo stampato in 3D ma anche delle modifiche cyborg apportate dai chirurghi in modalità segreta. Ha citato Luna Ribas, una trentenne che è in grado di percepire l’attività sismica in qualsiasi parte del mondo, sentendo i movimenti della terra nel suo corpo grazie ad un piccolo magnete impiantato vicino al suo gomito. Infine, ha menzionato la possibilità di un’implementazione che dia alle persone la capacità di percepire il nord magnetico, un senso appartenente esclusivamente agli animali.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati