Imperdibili

Mar Morto: "lago" di acqua salata dalle proprietà benefiche

Le acque del Mar Morto, grazie all'elevata salinità, possono essere utilizzate nella produzione di cosmetici e altri prodotti di bellezza dagli effetti benefici

Il Mar Morto è da sempre una località molto gettonata per i turisti di tutto il mondo alla ricerca del benessere e del relax. Le acque del Mar Morto sono un toccasana per la pelle. Pare che, addirittura, l’imperatrice Cleopatra avesse cercato di sfruttare le proprietà delle sue acque per la produzione di cosmetici e prodotti di bellezza.

E’ situato tra lo stato di Israele e la Giordania. Esso rappresenta il punto più basso della Terra, poiché si trova a ben oltre 400 metri al di sotto del livello del mare. Tale condizione secondo gli studiosi tenderà ad aumentare: si palesa, infatti, la prospettiva di un’eventuale scomparsa del Mar Morto.

Il Mar Morto è uno specchio d’acqua salato, infatti, viene alimentato soltanto dalle acque del fiume Giordano, ma non presenta emissari. Inoltre, le alte temperature raggiunte nella zona sono la causa della rapida evaporazione dell’acqua. Tutto ciò provoca, come conseguenza diretta, che il livello del Mar Morto continui a scendere e il fenomeno non potrà essere arrestato in alcun modo.

Nome

Il Mar Morto deve il suo nome alla caratteristica principale delle sue acque, ovvero l’elevata salinità. La salinità del Mar Morto supera di 10 volte quella di un Oceano normale, è quindi impensabile che al suo interno riesca a sopravvivere una fauna o una flora marina. Sono stati scoperti soltanto alcuni microrganismi batterici che riescono a sopravvivere nonostante l’elevata salinità.

Questa qualità rende le acque del Mar Morto molto benefiche per contrastare alcune malattie della pelle e favorisce il galleggiamento dei corpi. I sali del Mar Morto sono conosciuti in tutto il mondo per i loro impiego terapeutico e salutare: vengono, infatti, impiegati per migliorare l’aspetto della pelle, levigare e combattere gli inestetismi della cellulite.

Insieme ai sali, anche i fanghi presenti sul fondo del mare hanno ottime proprietà benefiche. Molti prodotti cosmetici li contengono tra i loro ingredienti principali. Inoltre, il sale estratto dalle acque del Mar Morto viene impiegato nelle industrie del nord, con grande vantaggio per l’economia.

Il Mar Morto è un lago?

Il Mar Morto è in effetti classificabile come lago, anche se viene appunto definito “mare” per le vaste dimensioni. Si tratta di un lago le cui acque sono però salate, anzi, come precedentemente detto, la salinità presente in questo “mare” è talmente elevata da impedire la sopravvivenza di organismi marini. Il Mar Morto presenta delle condizioni atmosferiche favorevoli: è molto basso infatti il tasso di raggi UV, l’acqua presenta un’alta concentrazione di minerali come il magnesio e il calcio; inoltre l’aria è ricca di bromuro.

Salinità e profondità

La salinità del Mar Morto presenta dei livelli davvero elevati raggiungendo una percentuale senza eguali, il 33,7%, valore assolutamente imparagonabile alla media di 3,8% di salinità presente, per citare un esempio, nel nostro Mare Adriatico. Sebbene il Mar Morto sia benefico per la cura di diverse malattie, l’elevata salinità rende il Mar Morto inospitale per qualsiasi forma di vita marina. Il Mar Morto presenta una profondità di ben oltre i 300 metri. Questo dato lo rende il lago di acqua salata più profondo al mondo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati