Imperdibili

Mar Morto: tutti i benefici e le cure per le ossa e la pelle

Fonte dai miracolosi benefici, il Mar Morto rappresenta una meta imperdibile per tutti colori che sono affetti da malattie come psioriasi, vitiligine e artrite

Fonte: google

Le cure e i trattamenti medici presso il Mar Morto sono molto utili e consigliati da moltissimi medici. In aggiunta alle terapie specifiche consigliate per le diverse patologie, sono molto utili al paziente le condizioni ambientali. Il Mar Morto rappresenta un serbatoio unico di sali che fornisce un potenziale speciale per balneoterapia all’aperto.

Temperature uniformemente calde, un basso livello di umidità relativa, alta pressione barometrica, l’aria ricca di ossigeno, l’atmosfera ricca di bromuro e Sali minerali galleggianti nell’acqua del Mar Morto, rappresentano un valido aiuto per il miglioramento delle patologie e il benessere generale dei pazienti.

Cure per l’artrite

I pazienti affetti da qualsiasi tipo di artrite si sottopongono qui al loro trattamento, che prevede: bagni nel Mar Morto, bagni nelle piscine contenenti acqua del Mar Morto, bagni nelle piscine contenenti acqua di sorgente solforosa termale, applicazione di fango nero in riva al mare, avvolgimento di pack con fanghi caldi per le articolazioni, massaggio medico.

L’esperienza e un attento esame del paziente aiutano il medico a decidere in quale quantità e con quale frequenza proporre le terapie menzionate. Di solito le applicazioni di fango sono proposte su base giornaliera a 2 o 4 tempi, mentre le altre procedure sono previste solo 2 o 3 volte a settimana.

Un miglioramento dei sintomi consente una riduzione significativa nella somministrazione di farmaci come antidolorifici e agenti non steroidei anti-infiammatori, arrivando talvolta addirittura ad una sospensione totale. Tuttavia i risultati appaiono raramente prima delle due o tre settimane di trattamento.

Cure per la vitiligine

La vitiligine è una malattia della pelle idiopatica acquisita caratterizzata da macule depigmentate e patch. Nonostante molte terapie siano oggi disponibili, il trattamento della vitiligine rimane una sfida. I rapporti preliminari citano risultati incoraggianti per Climatoterapia del Mar Morto (DSC) in pazienti con vitiligine.

Una ricerca focalizzata su 436 pazienti affetti da vitiligine, che sono stati trattati con DSC tra gli anni 1997 e il 2005 presso il Deutsches Medizinisches Zentrum (DMZ) Medical Center, ha dato risultati incoraggianti. Questi pazienti sono stati sottoposti a climatoterapia, compresa una esposizione solare gradualmente aumentata dopo un bagno di mare, secondo un protocollo progettato al computer.

Sono stati registrati età di esordio della vitiligine, fototipo, coinvolgimento cutaneo, durata della malattia, così come i tempi e la durata della DSC. La regressione logistica è stata utilizzata per valutare l’effetto di ciascuno dei parametri analizzati sul successo del trattamento.

Dopo il trattamento, 3,9% dei pazienti ha dimostrato ripigmentazione totale o comunque significativa (definito di oltre il 50% ripigmentazione in più del 50% delle lesioni); 81,4% ha mostrato una buona ripigmentazione; 13,1% non ha mostrato ripigmentazione ma i punti di vitiligine erano di colore rosa e il 1,6% sembrava non risentire affatto di risultati.

La risposta del paziente al trattamento è inversamente proporzionale alla dimensione della zona interessata. Una correlazione negativa è stata trovata tra la durata della vitiligine e la risposta clinica a breve termine alla DSC. Inoltre, più lungo è il soggiorno al Mar Morto migliore è stato il risultato.

La Climatoterapia al Mar Morto è dunque ritenuta una efficace modalità di trattamento per la vitiligine. La durata della malattia e la gravità, così come la lunghezza del trattamento, sono stati i principali fattori che hanno influenzato favorevolmente la risposta clinica.

Cura per la psoriasi

La luce del sole può essere una valida opzione di trattamento per le persone con psoriasi. L’ottanta per cento delle persone che si sottopongono a regolari dosi giornaliere di sole gode di un miglioramento o di una compensazione della psoriasi. Climatoterapia è il termine usato per discutere l’uso della luce solare e dell’acqua, come l’oceano o di altri corpi idrici, per il trattamento della psoriasi.

Per la climatoterapia, la posizione più nota è il Mar Morto in Israele, dove ogni anno migliaia di persone con psoriasi e altre malattie della pelle vanno per godere di una vasta esposizione al sole e di bagni in un’acqua unica. Questo trattamento è molto efficace e sicuro nella maggior parte dei casi, anche se è una scelta costosa per le persone provenienti da lontano. Altri siti di climatoterapia esistono in tutto il mondo, ma le loro strutture e la reputazione non corrispondono a quelle del Mar Morto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati