Il marito di Liza Minnelli ha cercato di uccidere Elton John

David Gest, l'ex marito di Liza Minnelli, anni fa assoldò un killer per uccidere Elton John

Fonte: Twitter

Da oltremanica arriva un pettegolezzo sconvolgente che riguarda Elton John. Secondo alcuni gossip l’ex marito di Liza Minnelli, il produttore David Gest, nel 2003 avrebbe assoldato un killer per uccidere il cantante. Il motivo? Il produttore e personaggio televisivo molto noto in Gran Bretagna, voleva vedere morto Elton John dopo che quest’ultimo aveva, a suo dire, infangato il suo nome.

Gest è morto lo scorso anno all’età di 62 anni e ha portato con sè un terribile segreto: il progetto di omicidio di Elton John. A rivelarlo è stato Imad Handi, ex guardia del corpo e migliore amico del produttore, che ha svelato al The Sun i retroscena del tentato omicidio.

A far arrabbiare Gest, così tanto da spingerlo a progettare di uccidere il cantante, fu un commento del cantante. “Voglio trovare un marito eterosessuale a Liza” aveva scherzato Elton John, mettendo in dubbio le preferenze sessuali del marito della star. “David si arrabbiò molto – ha raccontato Handi – e gridò,‘voglio uccidere quel figlio di puttana. Lui è un uomo morto’. Mi guardò negli occhi e disse: ‘Lo voglio morto’. Credo che fosse così arrabbiato perché Elton aveva svelato chi fosse veramente”.

“David trascorse un sacco di tempo nei bar e parlò con un buttafuori Maori. David gli chiese se ci fosse la possibilità di fare fuori Elton – ha rivelato l’ex bodyguard -. Nessuno conosceva il suo nome, ma il Maori disse che aveva degli amici che per 40.000 sterline potevano risolvere la faccenda. Venni incaricato di scoprire quando Elton sarebbe stato nuovamente a Los Angeles per farlo fuori”.

Il progetto di omicidio andò avanti e il killer avrebbe davvero ucciso Elton John se la guardia del corpo non l’avesse fermato. “David poi mi ha dato 20.000 sterline. La notte seguente, ho messo i soldi in un sacchetto della lavanderia dell’Hilton e li ho dati a quell’uomo – ha raccontato l’uomo -. Disse che voleva il resto a lavoro finito. Mi sentivo in colpa, ma ero fedele a David. Poi ho iniziato a preoccuparmi davvero di essere implicato in questa brutta storia e l’ho supplicato di richiamare l’uomo. Alla fine ha acconsentito dicendo che però voleva indietro i suoi soldi. L’uomo mi ha reso solo 8.000 sterline, David ne ha perse 12.000. Ma almeno Elton non è morto”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti