Marito e moglie litigano in aereo: il pilota atterra prima e li fa scendere

Il litigio furioso di una coppia su un aereo ha costretto il pilota ad un atterraggio d’emergenza

Fonte: Instagram

Una lite furibonda scoppiata fra marito e moglie su un aereo in volo ha costretto il pilota ad un atterraggio di emergenza nell’aeroporto di Brindisi. Il fatto è accaduto il 10 ottobre, quando l’aereo di una linea inglese stava viaggiando a 10 mila metri d’altezza diretto da Nottingham a Corfù. Durante il volo però qualcosa è andato storto e il pilota ha deciso di optare per un atterraggio nello scalo pugliese a metà del viaggio.

L’aereo della compagnia Thomas Cook sarebbe atterrato per problemi dopo che Peter Kempton, uno dei passeggeri, aveva fatto scattare l’allarme di sicurezza in seguito ad una lite furiosa con la moglie. “La sicurezza dei passeggeri è fondamentale e l’equipaggio ha deciso che fosse meglio spingere la coppia ad abbandonare il volo” ha spiegato il portavoce della compagnia aerea “La questione ora è nelle mani della polizia italiana“.

Dopo l’atterraggio di emergenza a Brindisi, mentre l’aereo faceva rifornimento, il signor Kempton avrebbe abbandonato il suo posto e avrebbe tentato di scendere dall’aereo e fuggire sulla pista. L’uomo sarebbe stato però fermato dalla polizia, mentre sua moglie sarebbe stata fatta scendere dal pilota dell’aereo, che gli avrebbe chiesto di abbandonare il velivolo dopo la lite furiosa con il marito.

Non è certo la prima volta che dei cittadini britannici creano scompiglio negli aeroporti italiani. Solo qualche giorno fa un turista inglese era sceso da un aereo in sostanza nello scalo di Brindisi, facendo i suoi bisogni sulla pista. Il gesto, che aveva scatenato le rivolte degli altri passeggeri e lo sgomento del personale aeroportuale, gli era costato una multa da 3mila 300 euro.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti