Sport

Marquez dichiara guerra a Rossi: "E' lui il nemico"

Il centauro della Honda spiega la sua nuova mentalità a Marca: "Ecco cosa ho imparato".

Fonte: Getty Images

Marc Marquez non si sente affatto il titolo della MotoGp in tasca. 

Nonostante i 48 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo, e i 59 su Valentino Rossi, il centauro catalano tiene altissima la guardia: "La gente dice che ormai è fatta per me ma non è cosi – spiega a Marca- . Siamo a metà del campionato, ci sono ancora molti circuiti da visitare, su alcuni si potrebbe correre sul bagnato come Inghilterra, Giappone, Malesia. Ci vuole un attimo a cadere e se succede ti recuperano in un colpo 25 punti e la lotta è riaperta. Ripartiremo con questo vantaggio ma non cambia nulla, se gente come Rossi o Lorenzo sbaglia, allora chiunque può commettere degli errori".

Il  Dottore, nonostante il terzo posto in classifica, è il più temuto dal centauro della Honda: "Vedo un Rossi molto forte. L'anno scorso vedevo meglio Lorenzo anche se Valentino è stato più costante, ma quest'anno è più veloce, per una serie di motivi. Ma anche Jorge è lì, non è la prima volta che ha un calo e poi vince 5 Gp di fila".

Marquez dopo la debacle dell'anno scorso si dice maturato: "Due anni fa ogni domenica era una finale e ogni domenica non vincere era un disastro, ma l'anno passato mi ha insegnato molto. Alla fine le gare sono battaglie ma l'importante è vincere la guerra, e la guerra è il campionato e i nemici da battere sono i piloti avversari. Quindi è importante lottare in ogni gara, nell'ottica della classifica generale".

La nuova mentalità di Marquez si riflette sui risultati stagionali: il catalano sta dominando ma ha vinto solo 3 gare su 9, finendo sul podio in ben 8 Gran Premi. Una regolarità impressionante che lo sta premiando.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati