Sport

Matteo Darmian: un terzino che è il futuro della Nazionale

Il giovanissimo Matteo Darmian è a tutti gli effetti il futuro della Nazionale italiana e uno dei migliori calciatori attuali. Vediamo insieme la sua scheda

Fonte: wikipedia

Matteo Darmian nasce a Legnano, il 2 dicembre 1989. E’ attualmente uno dei più forti terzini italiani e titolare fisso della Nazionale italiana di calcio e della squadra di club del Manchester United, in cui milita da questa stagione. Terzino che può giocare su entrambe le fasce del campo, può essere impiegato anche come difensore centrale, grazie alla sua estrema duttilità e senso tattico. Ma analizziamo meglio la sua carriera fin qui disputata.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, fa il suo debutto con la prima squadra a 16 anni, il 28 novembre 2006 nella partita di Coppa Italia Brescia-Milan. Al termine della stagione 2009, dopo aver registrato solo 4 presenze con la maglia rossonera, passa in prestito al Padova, in Serie B.

Nella serie cadetta prende parte a 22 partite. Al termine della stagione 2010, con la conclusione del prestito, torna al Milan.

Neanche il tempo di riambientarsi al clima milanese, Matteo viene comprato dal Palermo, con cui giocherà 16 partite della stagione 2010/11. Con i rosanero raggiunge addirittura la finale di Coppa Italia, persa poi contro l’Inter, e fa il suo debutto nelle competizioni europee, giocando l’Europa League. A fine stagione viene ceduto in prestito al Torino (per poi venir acquistato nel 2013), la squadra che lo porterà ad emergere e dimostrare tutta la sua classe.

Con il Torino giocherà con estrema continuità dal 2011 al 2015, prendendo parte a 151 partite e segnando 6 gol. Durante l’avventura granata riceve anche la convocazione dalla Nazionale maggiore.
A fine stagione 2015 passa al Manchester United per ben 20 milioni di euro. Molto stimato dall’allenatore Louis van Gaal, è fin da subito schierato tra i titolari e lo è ancora tutt’ora.

Dopo aver giocato per le nazionali italiane Under-17, Under-18, Under-19, Under-20 e Under-21, il 31 maggio 2014 avviene il debutto con l’Italia di Cesare Prandelli, giocando titolare nella partita amichevole Italia-Irlanda. L’esaltante stagione con il Torino gli è valsa anche la convocazione per il Mondiale brasiliano, in cui è sceso in campo da titolare in tutte e 3 le partite del girone eliminatorio. Nella partita contro l’Inghilterra è risultato uno dei migliori in campo. Viene addirittura premiato con il Pallone Azzurro, risultando il miglior giocatore della Nazionale nel 2014.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati