Matteo Salvini indossa i doposci in diretta: è polemica

Matteo Salvini si è presentato nel programma “Otto e Mezzo” indossando dei doposci e scatenando una polemica sui social

Fonte: Twitter

Critiche e attacchi contro Matteo Salvini, che si è presentato nel programma “Otto e Mezzo” indossando i doposci. Il leader della Lega non si è limitato ad attaccare Vasco Errani e la Protezione Civile per il modo in cui è stata gestita l’emergenza terremoto e la tragedia all’Hotel Rigopiano, ma ha anche scatenato una polemica, indossando in diretta tv un paio di moon-boot blu e bianchi. I telespettatori sintonizzati su La7 per assistere allo show di Lilli Gruber non hanno gradito l’atteggiamento di Salvini, che è stato accusato di “sciacallaggio” e di essere “inopportuno”.

Sui social, e in particolare su Twitter, si è scatenato un mare di commenti, molti dei quali criticavano la decisione di Salvini di indossare i doposci in diretta tv. “Salvini che va a #ottoemezzo coi doposci per far vedere che è stato in Abruzzo è la cosa più triste del 2017 – ha scritto qualcuno -. E siamo solo al 19 gennaio”. “Salvini sciacallo come al solito” ha attaccato sui social un altro internauta, mentre qualcun altro ha concluso etichettando Salvini come uno sciacallo. “Con quei bei calzari a #ottoemezzo – si legge su twitter – è il classico esempio di chi sfrutta le disgrazie per prendere voti”.

Matteo Salvini è finito nella bufera dopo che sui social si era scatenata una polemica a causa di un suo selfie. Il leader del Carroccio aveva infatti postato sul suo profilo Facebook una foto che lo ritraeva in Abruzzo subito dopo l’emergenza neve e le terribili scosse di terremoto che hanno colpito duramente il Centro Italia. “Direzione Abruzzo – aveva scritto Salvini nell’immagine sui social – incontri previsti (tempo permettendo) a Pescara, Montesilvano, Penne, Atri, Teramo, Isola del Gran Sasso, L’Aquila e Alta Valle Aterno. Mi avete contattato da tanti altri Comuni, ad esempio da Chieti e provincia, ci sarò nei prossimi giorni. Ho parlato con diversi Sindaci, stiamo pressando Enel perché riporti il prima possibile l’energia elettrica nelle migliaia di case in cui manca da giorni. Oggi stesso la Lega chiederà al governo di stanziare 100 milioni di euro per gli interventi urgenti nelle aree colpite”.

Anche in quel caso Matteo Salvini era stato accusato di sciacallaggio mediatico, soprattutto perché il 1 dicembre era assente alla votazione per sbloccare i fondi per il terremoto tenutasi nel parlamento europeo.

In collaborazione con Adnkronos

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti