0, 0, 1, 0, 0, 0, 0 trend

Maturità: cosa sono i 100 giorni e perché si festeggiano

La maturità si avvicina ed è il momento di festeggiare i 100 giorni: ecco di cosa si tratta e perché si festeggia

I mesi volano ed ormai per tutti gli studenti italiani è già arrivato il momento di festeggiare i 100 giorni. Di cosa si tratta? Dei 100 giorni prima della maturità, che danno il via ad un contdown da batticuore per i milioni di ragazzi che dovranno affrontare presto l’esame.

Da dove nasce questa tradizione? Secondo gli esperti i 100 giorni derivano da un’usanza militare, la Mak P. Tutto iniziò quando nel 1840 i soldati dell’Accademia Militare di Torino ricevettero una comunicazione: un decreto regio aveva stabilito che i corsi sarebbero terminati entro tre anni e non avrebbero più avuto una durata variabile. Fu allora che l’allievo Emanuele Balbo Bertone di Sambuy esclamò la frase: “Mac pi tre ani!” (Ancora soltanto tre anni!). Da quel momento gli allievi della scuola militare iniziarono a tenere il conto dei giorni che mancavano e festeggiarono l’arrivo del Mak P 100, ossia 100 giorni alla fine dell’accademia.

L’usanza creata a Torino in breve tempo contagiò tutte le altre scuole militari, arrivando anche in quelle normali. Da allora 100 giorni prima dell’esame gli studenti festeggiano questa ricorrenza, preparandosi tutti insieme alla maturità. C’è chi organizza una gita fuori con tutta la classe, chi invece sceglie una cena con i professori e chi opta addirittura per una week-end in cui darsi al divertimento sfrenato prima dello studio in vista degli esami.

Sono diversi i riti scaramantici messi in atto poco prima della maturità e in occasione dei 100 giorni. A Pisa gli studenti si riuniscono in Piazza dei Miracoli, per toccare la coda della lucertola della Cattedrale, oppure per fare 100 giri intorno alla famosa Torre.

A Roma gli studenti realizzano delle scatole colorate e chiedono in giro un contributo per pagare la cena ai professori oppure andare fuori per il week-end. In altre città i ragazzi si recano in pellegrinaggio nei santuari e si fanno benedire le penne. Quest’anno la maturità inizierà il 21 giugno con la prima prova, seguita il 22 giugno dalla seconda prova, specifica in ogni istituto. La terza prova sarà poi il 26 giugno, mentre le interrogazioni orali inizieranno qualche giorno dopo.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti