Mistero toscano: rapito cavallo nipote di Varenne

Vampire Dany e un altro esemplare, l'imbattibile Unicka, sono spariti nel nulla

Fonte: Getty Images

Tutti si ricorderanno certamente di Varenne, il cavallo tutto italiano (originario del Ferrarese) considerato uno dei più grandi trottatori di tutti i tempi grazie alla sfilza di trofei e piazzamenti centrati in carriera (ha vinto 62 corse su 73 disputate!).

Ora però dalla Toscana – e precisamente dal basso Valdarno, nel Pisano – è arrivata una notizia sconvolgente: il nipote di Varenne (figlio della figlia Illusion Dany), Vampire Dany, è scomparso nel nulla. Rapito insieme a un’altra cavalla dello stesso allevamento, la celeberrima Unicka, una saura di 4 anni considerata il miglior esemplare da corsa del palcoscenico italiano. Ha infatti trionfato in 13 corse su 15, andato a piazzamento anche nelle altre due e portando a casa un bottino quantificato in 476mila euro.

Il mistero ha gettato nello sconforto i due proprietari: gli imprenditori Gianluca e Giovanna Lami, che da qualche tempo, per via della grande passione per l’ippica, hanno deciso di investire parecchio denaro in questo sport e che da poco hanno acquistato quote della società che gestisce l’ippodromo di Agnano.

Unicka in novembre aveva vinto la sua ultima gara disputata, il Gran Premio Orsi Mangelli, a Milano, e poi era stata tenuta a riposo per l’inverno in vista delle gare primaverili. Lei e il nipote d’arte Vampire Dany (che ha 3 anni e di corse ne ha vinte 6 su 8) hanno comunque un microchip: dettaglio che li rende invendibili a terzi. Per questo si pensa che a breve possa pervenire ai Lami una richiesta di oneroso riscatto: in passato d’altronde è capitato spesso che i cavalli rapiti venissero poi ritrovati sani e salvi. Ed è quello che sperano anche i proprietari. E l’ippica italiana tutta.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti