Viaggi

Mole Antonelliana: uno dei simboli più belli di Torino

Tutte le attrazioni da non perdere nella bellissima cornice offerta dalla città di Torino. Dalla visita alla Mole Antonelliana alla Basilica di Superga, passando per il Museo egizio

Fonte: google

La Mole Antonelliana è considerata il simbolo della città di Torino. Costruita tra il 1863 e il 1889, per tantissimi anni fu l’opera in muratura più alta d’Europa. All’epoca della sua costruzione, la Mole Antonelliana venne considerata particolare e unica, nonché frutto di una tecnica architettonica “eclettica ottocentesca”.

Nonostante la sua imponenza, nel 1953 il monumento fu danneggiato a seguito di un violento nubifragio. Erano le 19.25 del 23 maggio, quando una tromba d’aria fece spezzare e precipitare 47 metri della guglia che cadde nel giardino della sede Rai, fortunatamente senza provocare danni alle persone. Ecco un altro motivo per conoscere meglio la storia della Mole Antonelliana.

Visitare Torino, dunque, significa fare una tappa d’obbligo alla Mole Antonelliana che svetta imponente sulla città e che oggi ospita al proprio interno il Museo Nazionale del cinema.

Il Museo nazionale del cinema

Attualmente il Museo ospitato dalla Mole Antonelliana offre al visitatore reperti provenienti dai set cinematografici delle prime pellicole sia italiane che straniere, macchine ottiche pre-cinematografiche e lanterne magiche. Tutti oggetti che indubbiamente catturano l’attenzione dei visitatori.

In occasione del centocinquantesimo anniversario dell‘Unità d’Italia, venne apposto sopra il tempietto il tricolore italiano illuminato, formato da tre quadrati (bianco, rosso e verde) asimmetrici. Ad accendere simbolicamente il tricolore fu il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Le tariffe e gli orari

Le tariffe dei biglietti per visitare l’opera variano a seconda dell’età, gruppi e studenti. Tariffa intera a persona 14,00 euro. Minori di 18 anni 8,00 euro. Dai 18 ai 26 anni 11 euro. Oltre i 65 anni 11 euro. Studenti con elenco dei nomi firmato dall’istituto scolastico 8,00 euro. Studenti universitari con documento 11,00 euro. Tariffa gruppi con un minimo di cinque paganti 11,00 euro.

Questi gli orari di apertura: lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle 9 alle 20 e sabato dalle 9 alle 23. Chiusura settimanale martedì.

Il Museo Egizio

Visitare Torino e la Mole Antonelliana è un’occasione in più per ammirare anche lo storico Museo Egizio. Considerato il più importante al mondo dopo quello del Cairo, il Museo Egizio di Torino è un’altra delle opere che rappresentato il capoluogo piemontese nel mondo.

Il suo fondatore è Carlo Felice di Savoia che nel 1824 acquistò dal collezionista piemontese Bernardino Drovetti, una grande collezione di oltre 8000 pezzi tra mummie, statue, papiri, amuleti e monili vari. A questa aggiunse ulteriori reperti di antichità classiche appartenenti a Casa Savoia, dando così vita al primo museo egizio nel mondo.

Nel 2015, dopo i lavori di ampliamento, il museo è stato riaperto con una superficie espositiva completamente raddoppiata. La struttura si estende su quattro piani (uno di questi è sotterraneo), e segue un percorso di vita cronologico.

Basilica di Superga

Un’altra opera architettonica da visitare a Torino è la Basilica di Superga che sorge sull’omonimo colle. Progettata nel 1715 dall’architetto Filippo Juvarra, la Basilica di Superga venne inaugurata nel 1731. Quello che salta subito all’occhio del visitatore sono le imponenti dimensioni.

La struttura raggiunge i 51 metri di lunghezza, mentre la cupola è alta 75 metri. Se a queste dimensioni aggiungiamo l’altezza del colle che raggiunge 672 metri, è facilmente comprensibile la sua visibilità anche da luoghi distanti dalla città torinese.

 

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati