Morning Recovery: arriva la cura per l'hangover

Sisun See, ex ingegnere Tesla, ha raccolto tramite Indiegogo decine di migliaia di dollari per produrre il drink contro l’hangover

Fonte: Facebook

Si chiama Morning Recovery e promette di risolvere tutti i problemi di chi ha bevuto troppo, eliminando i fastidiosi sintomi che seguono dopo una serata dall’alto contenuto alcolico. Sisun See, ex ingegnere della Tesla, l’azienda che vuole portarci su Marte e di rivoluzionare la mobilità mondiale, ha inventato una bevanda che promette di curare l’hangover, termine inglese che sintetizza tutti gli spiacevoli sintomi che si percepiscono dopo aver esagerato con l’alcool come stato confusionale, forte nausea e insicurezze intestinali.

L’ingrediente segreto della miracolosa bevanda? È la diidromiricetina, una sostanza attiva dalle forti proprietà antiossidanti e soprattutto detossificanti, presente in abbondanza nell’albero dell’uva passa, conosciuto anche come ciliegio giapponese, una vera e propria panacea per chi ci è andato giù pesante con birre, vino o superalcolici.

L’idea di Morning Recovery è nata lo scorso anno quando Sisun, di origini coreane, è tornato nel paese d’origine per visitare amici e parenti. Dopo una serata passata a bere, i suoi amici gli hanno fatto provare dei drink energetici appositamente studiati per eliminare il malessere da day-after. Il giorno dopo, con una certa sorpresa e ringraziando la saggezza asiatica, l’ingegnere americano si è risvegliato in piena forma, senza nessuno dei sintomi molesti che rendono tragica ogni mattinata post bisboccia.

Una vera e propria rivelazione a cui Sisun See non ha voluto rinunciare. In America ha cercato bevande simili, ma niente, non è riuscito a ottenere lo stesso effetto purificante e l’amore per gli alcolici ha continuato a presentare il conto al risveglio. Nemmeno la proposta di mettersi in affari con i produttori asiatici della bevanda miracolosa è andata a buon fine.

Il paladino della lotta all’hangover non si è dato per vinto e cavalcando lo spirito imprenditoriale americano ha scommesso sulla sua intuizione producendo da sé la bevanda depurante a base di diidromiricetina. Gli effetti sono quelli sperati, è riuscito ad individuare la formula giusta e ad avere l’avallo dei test. Ora è in cerca di cofinanziatori che possano permettere l’immissione nel mercato della bevanda anti sbronza. La campagna di raccolta fondi è attiva su Indiegogo da poco tempo e ha già superato del 700% la richiesta iniziale. Sisun aveva fissato in 25.000 dollari il target per iniziare la produzione ed effettuare i test di salubrità. Fino ad ora più di 3.000 persone hanno creduto nel prodotto facendo schizzare il totale a 172mila dollari. Una cifra più che adeguata per produrre la bevanda pensata per aumentare la naturale risposta del corpo contro l’alcol che adesso diverrà realtà. Un sorso di Morning Recovery prima di andare a letto, assicura Sisun, e al risveglio ci si sente come una rosa. In tanti, stanchi di star male al mattino, non aspettano altro.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti