Morto Robert Miles, dj icona degli anni Novanta con "Children"

Robert Miles, dj icona degli anni Novanta famoso per "Children", è morto a 47 anni

Fonte: Twitter

Robert Miles, dj icona degli anni Novanta, è morto. Miles, vero nome Roberto Concina, è deceduto a Ibiza all’età di 47 anni. L’annuncio è arrivato tramite Facebook sulla pagina ufficiale di Joe T Vannelli, amico del musicista e collaboratore di lunga data. “La tragica notizia della scomparsa di un grande talento e artista del nostro tempo – ha scritto Vannelli -, mi rende incredulo e sconvolto. Con lui se ne va anche una parte della mia vita di produttore artista. Mi mancheranno i litigi, le risse, le critiche, i giudizi, ma soprattutto il tuo talento nel trovare suoni e melodie impareggiabili”.

Un successo mondiale quello di Robert Miles, che con il suo singolo “Children” aveva fatto ballare milioni di persone in tutto il mondo. Miles era nato in Svizzera da genitori italiani emigrati nel paese per lavoro ed era cresciuto a Fagagna, piccolo paese del Friuli. Negli ultimi anni si era trasferito sull’isola di Ibiza, dove ha lottato contro il cancro, sino al triste epilogo.

Una carriera grandiosa quella di Miles, che aveva pubblicato sei album. Il primo uscì nel 1996 con il titolo “Dreamland”, l’ultimo è arrivato nel 2011 e si intitolava “Th1rt3en”.  Nel corso degli anni ha venduto migliaia di copie e ottenuto diversi dischi d’oro e di platino in vari Paesi. Fra i riconoscimenti ottenuti anche un World Music Award, mentre è stato il primo italiano nella storia a vincere un Brit Award.

Nella sua carriera ha realizzato musica sperimentando e creando sempre qualcosa di nuovo. Nel febbraio 2013 aveva realizzato la sua stazione radio, la Open Lab disponibile sulla frequenza 106.4 FM a Ibiza e Formentera. Ad oggi resta una delle sue tante creature, oltre a “Children”, in grado di esprimere tutta la sua creatività, con musica indie, ma anche elettronica, alternativa, ambient, chill out e soul. Oggi sono in tanti a piangerlo e a ricordare il suo talento e la sua umanità.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti