Tech

Nastro adesivo e altri consigli di sicurezza da Mark Zuckerberg

Mark Zuckerber ha dato ai propri utenti dei consigli di sicurezza che prevedono l'uso del nastro adesivo

Fonte: flickr

Mark Zuckerberg ha dato alcuni consigli di sicurezza che prevedono l’uso del nastro adesivo.
La precauzione serve per evitare lo spionaggio online, problema reale e presente. Apponendo del nastro sulla fotocamera e sul microfono del proprio dispositivo, si evita di far acquisire immagini e file audio illecitamente dal nostro computer ad hacker che si sono introdotti nel nostro sistema.
La questione è sorta dopo che il fondatore di Facebook ha postato una foto su Instagram per celebrare i 500 milioni di utenti. Nello scatto si nota che il suo MacBook ha del nastro adesivo che copre la fotocamera e il microfono.

Le critiche avanzate sono state tante. Infatti, sono in molti quelli che sostengono che il plurimiliardario soffra di paranoie, date la sua importante posizione sociale.
C’è da dire però che l’immagine ci mostra ben poco, siccome non siamo certi che il dispositivo sia il suo, poiché quella su cui è seduto Zuckerberg potrebbe essere la scrivania di un qualsiasi dipendente di Gizmodo. Molti utenti sono preoccupati, poiché sostengono che se uno dei CEO più importanti del mondo è costretto a prendere tali precauzioni, vuol dire che il web e tanto meno Facebook non siano luoghi sicuri e potrebbero minare la privacy personale .

Nonostante questo è doveroso sottolineare che sono davvero molte le ragioni per cui l’amministratore delegato di una delle più importanti aziende tecnologiche del mondo debba ricorrere ad un tale comportamento. Ma, allo stesso tempo, anche questo è motivo di preoccupazione. La questione è proprio se gli utenti possano fidarsi o meno di Facebook, giacché sul social sono caricati molti dei nostri dati personali e la misura precauzionale presa di Mark Zuckerberg ci fa intendere che egli non è in grado di scongiurare attacchi esterni al proprio sistema operativo.

E’ doveroso sottolineare che Zuckerberg non è l’unico leader di alto profilo che manifesta un tale comportamento con tendenze paranoiche quando si metta in ballo la privacy, soprattutto perché il fondatore di Facebook ha recentemente avuto degli attacchi da alcuni hacker.
Mark Zuckerberg non è l’unica persona importante e potente che ha adottato il metodo del nastro adesivo per la messa in sicurezza della propria privacy. Infatti, molto di recente, nientemeno che il direttore dell’FBI James Comey ha detto anche lui ha messo del nastro adesivo sopra la fotocamera del suo portatile dopo aver visto un uomo più intelligente di lui farlo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati