Imperdibili

Negli Stati Uniti il Grande Fratello è in ascolto sugli autobus

Microfoni nascosti sul trasporto pubblico in aumento USA. La sicurezza nazionale spia le conversazioni dei piloti con la giustificazione di voler combattere il crimine

Fonte: flickr

Negli Stati Uniti Uniti d’America le misure anti-crimine hanno fatto aumentare la presenza di microfoni sugli autobus e a bordo dei diversi mezzi del trasporto pubblico. Si spiano le conversazioni dei piloti e non solo.
Nel New Jersey le autorità di sicurezza sono state costrette a rimuovere le microspie dalla metropolitana leggera. É stata una protesta pubblica a obbligare la polizia a fare una bonifica. Tuttavia gli autobus e le metropolitane di Baltimora sono ancora sottoposte a controlli. Una sorveglianza audio che punta a prevenire attacchi e situazioni di pericolo.

La stessa situazione si è verificata anche a Oakland. In questo caso, però, sono arrivati addirittura ad ascoltare di nascosto gli imputati ed i loro difensori nei tribunali.
Non mancano le polemiche sui microfoni spia negli Stati Uniti. Gli 007 americani sostengono di ascoltare solamente in caso di reato, mentre i loro detrattori gridano alla violazione.
Si può garantire la privacy in un luogo pubblico? Come si fa a sapere se si parla di un reato senza ascoltare? In questo caso hanno valore legale? Gli interrogativi sono molti. Le registrazioni che non servono vengono distrutte, ma chi ha il compito di decidere?

Ma non è tutto. Le persone sanno di essere sotto sorveglianza, grazie ai microfoni sugli autobus, e questo mette a disagio gli uni e in allerta gli altri. Chi ha qualcosa da nascondere, riuscirà ad organizzarsi per evitare l’intercettazione di conversazioni compromettenti.
In aggiunta c’è la questione razziale. I microfoni, specialmente su treni ed aerei, compaiono nelle classi più economiche, mentre la prima classe viene spesso esonerata. Sembra un attacco ai poveri, per lo più persone di colore o minoranze ispaniche.

Qualcuno, a questo proposito, ricorda che gli attentati alle Torri Gemelle sono stati fatti da dirottatori seduti in prima classe. Bastano quindi i microfoni sugli autobus?
Poi ci sono i mezzi di trasporto privati, come i jet che non sono controllabili e controllati e possono essere più facilmente dirottati per compiere stragi. Qualcuno ritiene che verranno messi microfoni anche ai tavoli nei locali pubblici per spiare chiunque, ad eccezione delle persone abbienti. I poveri vengono tenuti sotto controllo, mentre le élite mantengono la libertà di parola ed espressione. Questi provvedimenti continueranno a far discutere, non solo negli USA.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati