Niente garanzia Apple? Entra nello store e spacca tutti gli iPhone

Apple non gli ha riconosciuto la garanzia di due anni per il suo iPhone e lui ha deciso di entrare in uno store e spaccare tutti i prodotti

La garanzia dell’iPhone Apple non gli è stata riconosciuta e lui ha deciso di spaccare tutti gli smartphone presenti nello store. Il fatto è accaduto in Francia, a Dijon, dove un cliente insoddisfatto ha deciso di mostrare quanto fosse contrariato entrando in uno store Apple e iniziando a distruggere tutti gli iPhone e i Mac esposti.

Il video dell’attacco al negozio monomarca è stato diffuso sul web, dove è già diventato virale. Nel filmato si vede un ragazzo con cuffiette e occhiali da sole che entra nell’Apple store. Poi, come se niente fosse, tira fuori dallo zaino una sfera d’acciaio (solitamente utilizzata per giocare a Pétanque, la versione francese delle bocce) e inizia a spaccare gli schermi dei vari cellulari e dei pc. Nella clip l’uomo, mentre distrugge i prodotti, grida contro Apple, spiegando che i suoi diritti come consumatore non sono stati rispettati e che Apple in Francia non segue le norme europee, per questo la sua garanzia di due anni gli è stata negata.

Il giovane ha distrutto centinaia di Mac e iPhone, causando al negozio un danno di decine di migliaia di euro. A finire sotto la sfera d’acciaio sono stati diversi iMac, ma anche le varie versioni dell’iPhone in vendita nel negozio, MacBook e iPad. Il personale dello store non ha potuto fare altro che osservare quanto succedeva, terrorizzato dalla freddezza del ragazzo, che ha continuato ad aggirarsi imperturbabile fra i tavoli, spaccando i prodotti incontrati lungo la sua strada.

L’unica cosa che i commessi hanno potuto fare è stato attivare l’allarme antincendio e far evacuare il negozio, allontanando tutti i clienti. Poco dopo sul posto è intervenuto il personale di sicurezza del centro commerciale in cui si trovava l’Apple Store. Il ragazzo è stato disarmato, ma ha continuato imperterrito a protestare contro Apple e il fatto che la garanzia di due anni non gli era stata riconosciuta.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti