Tech

Nimb, un anello e una app per chiedere soccorso

L'anello Nimb, grazie al pulsante antipanico, consente di inviare una richiesta di soccorso ad una serie di contatti registrati nell'apposita App

Fonte: nimb

Nimb è un anello smart dotato di un pulsante che consente di inviare, con il semplice tocco del pollice, una richiesta di aiuto ai contatti predefiniti dall’app mobile. Le emergenze possono essere varie: si può restare vittime di un disastro naturale, di un problema di salute o di un’aggressione; in ogni caso, premendo il pulsante dell’anello per 3 secondi si può far partire una richiesta di soccorso completa di coordinate GPS. Nimb, concepito da una startup statunitense, segue la posizione dell’utente in tempo reale e sa sempre esattamente dove si trova.

Esteriormente sembra un comune anello, forse un po’ più grosso e vistoso dei consueti gioielli, ma in realtà il suo aspetto ordinario nasconde la sua funzione principale: il pulsante antipanico. Adatto a tutte le età, l’anello Nimb può essere regalato dai genitori ai propri figli oppure ai membri della famiglia più anziani; può essere utilizzato nel corso dei viaggi e durante la pratica di sport estremi. L’anello che chiede soccorso funziona, infatti, in tutto il mondo e consente di esplorare luoghi sempre nuovi sentendosi sicuri e protetti.

Grazie all’applicazione Nimb per smartphone, l’utente è libero di configurare la sua rete di sicurezza. Può decidere di allertare, nel momento del bisogno, solo la polizia o un amico, i familiari o i colleghi di lavoro; costoro riceveranno un avviso e la posizione di colui che indossa l’anello ed invia il segnale di pericolo. Alla base di questo nuovo ritrovato tecnologico vi è il concetto stesso di comunità, un’entità che deve assumere un ruolo attivo nella salvaguardia e nell’aiuto del singolo; in quest’ottica la sicurezza personale e la relativa responsabilizzazione individuale deve venire al primo posto.

La scelta delle persone da includere della rete di sicurezza può essere inoltre estesa a tutti coloro che si iscrivono alla community, in modo da aumentare le possibilità che qualcuno si trovi in prossimità dell’emergenza. La App consente anche di registrare messaggi audio ed annullare un’allerta partita erroneamente. L’anello Nimb si è affidato al sistema di crowdfunding e ha già raccolto 50mila dollari; si pensa che la versione finale dell’anello che chiede soccorso, realizzato nei colori bianco e nero, sarà sul mercato entro la fine del 2017.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati