Tech

Nokia diventa cinese? Le incredibili decisioni Microsoft

Nokia cinese? Il settore "Device & Service" passato nel 2013 a Microsoft, grazie ad un accordo con la multinazionale finlandese, passerebbe nelle mani della Foxconn

Fonte: flickr

Presto si sentirà parlare della nuova Nokia cinese. Sul fronte tecnologico a far discutere è di nuovo una mossa strategica di Microsoft. Con l’accordo stipulato nel 2013 con Nokia, l’azienda informatica è diventata proprietaria del settore “Device & Service” e ha iniziato la produzione dei marchi Lumia e Asha. Purtroppo le aspettative di vendita non hanno coperto il costo per l’acquisto del settore mobile. Così l’azienda di Redmont si è vista costretta a cedere i marchi Lumia e Asha alla società cinese Foxconn già collaboratrice Nokia per il lancio del tablet Android N1.
I dati per Microsoft non sono confortevoli. Nell’ultimo trimestre sono stati venduti solo 15 milioni di cellulari. Un’aspettativa troppo bassa se confrontata con gli obiettivi prefissati dai vertici dell’azienda informatica. Gli ultimi cellulari lanciati sul mercato sono stati il Nokia 215 venduto ad un prezzo economico e il Nokia 230. L’idea di commercializzarli a basso costo serviva a far conoscere il marchio anche ai mercati emergenti come l’India. In questo modo a registrare il collasso delle vendite sono stati gli smartphone di fascia alta, trascurati per l’acquisto di un device a prezzo abbordabile.

L’operazione commerciale di vendere la divisione “feature phone”, farebbe perdere il lavoro al 50% degli occupanti. Il dato scoraggiante si andrebbe a sommare ai 18 mila esuberi già presenti nella stessa divisione. I più fortunati saranno trasferiti al settore tablet “Surface”. La prospettiva di un cellulare Nokia cinese è alle porte. Il Lumia 650 sarà l’ultimo apparecchio con il marchio Microsoft, poi tutte le energie saranno rivolte nella produzione di tre versioni del Surface Phone, ognuna studiata per esaudire le richieste di un target ben preciso. Si avrà una versione destinata al grande pubblico; una dedicata ai fan e appartenente ad una fascia alta; un’altra pensata per soddisfare le esigenze delle aziende.

Il mercato degli smartphone non sarà abbandonato da Microsoft, che utilizzano il nuovo sistema operativo Windows 10, ancora da collaudare poiché non tutti i dispositivi lo supportano. Il mercato del mobile è una battaglia continua. Se la trattativa Microsoft-Foxconn avrà esito positivo, la nuova Nokia cinese concentrerà tutte le sue risorse nella produzione di telefonini con tastiera. I ridotti costi di fabbricazione e l’affidabilità del marchio Nokia consentiranno di lanciare dispositivi tecnologici a prezzi competitivi.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati