Tech

Nuova ricerca medica: le radiazioni dei cellulari sono pericolose

Le radiazioni dei cellulari li renderebbero pericolosi, aumentando la probabilità di ammalarsi di cancro. Questo quanto dimostrato da un recente studio

Fonte: www.pixabay.com

I cellulari sono pericolosi. Secondo un recente studio, questi dispositivi emanano delle radiazioni che aumentano le probabilità di ammalarsi di cancro. Lo dice il National Toxicology Program (NTP) che ha portato a termine una ricerca di due anni su dei topi maschi. Si è notato che un particolare tipo di tumore al cervello è comparso con più frequenza, il glioma, così come lo schwannoma nel cuore. Al contrario, nelle cavie femmine non si è riscontrato nulla di tutto ciò.

Gli animali sono stati sottoposti a un livello di radiazioni pari a quello che ogni giorno invade il cervello umano mentre si usano i cellulari. L’aumento di tale livello è accompagnato da una crescita nell’incidenza del cancro nei topi. Attualmente, l’industria del wi-fi non ha ancora scoperto la relazione tra questi due fattori, anche perchè gli studi precedenti svolti sugli animali si erano rivelati inconclusivi.

A partire dal 2001, l’NTP ha deciso di studiare le radiazioni dei cellulari anche in risposta ai risultati che mostravano l’ipsilateralità del cancro in questione. Infatti, tendevano a formarsi nello stesso lato della testa utilizzato normalmente per telefonare. Al momento, la FDA, la Food and Drug Administration, ha sottolineato che i cellulari sono pericolosi solamente per l’effetto del calore che emana.

Lo studio in questione, partendo da questa affermazione, ha dimostrato che la temperatura corporea aumenta in realtà solamente di 1°C. Bisognava perciò cercare da un’altra parte. Per circa due mesi 9 ore al giorno, i topi sono stati bombardati da radiazioni RF usate nei dispositivi di seconda generazione. Tra il 2 e il 3% degli animali hanno contratto il glioma, mentre il 6-7% ha sviluppato lo schwannoma al cuore, a seconda del tipo di radiazioni utilizzate. Nel gruppo di controllo invece non si è riscontrato nessun tipo di tumore.

Ad ogni modo, un dato ha confuso un po’ le acque: le cavie esposte alle radizioni hanno vissuto in media di più di quelli liberi. In effetti, questi risultati sono importanti soprattutto negli Stati Uniti, dove il tumore al cervello sta diventando una vera e propria epidemia. Ogni anno ne vengono diagnosticati 25.000 e l’80% di questi sono gliomi. Inoltre questo tipo di cancro è il più letale tra gli adolescenti e tra i giovani dai 19 ai 35 anni. L’RTP non sa ancora come leggere i risultati della ricerca, ma sicuramente le radiazioni dei cellulari li rendono pericolosi per la salute pubblica, spingendo l’industria del wireless a cercare soluzioni alternative più sicure.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati