Imperdibili

Oltre il Pianeta X, il nuovo XI torna al Sole ogni 700 anni

Scopriamo insieme il pianeta X, ossia un pianeta che possiede un'orbita che viene completata ogni 700 anni

Michele Bannister scopre il pianeta X, ossia un pianeta senza nome, almeno per il momento che ha una grande particolarità, Questo pianeta nano si troverebbe oltre Nettuno e per percorrere tutta l’orbita, il pianeta X ci mette circa 700 anni. Secondo le dichiarazioni rilasciate dalla ricercatrice della British Columbia, ancora entusiasta per la scoperta, il pianeta sarebbe stato rilevato grazie alla sua lentezza. Infatti il suo andamento a schermo ha permesso di dedurre una informazione importantissima, ossia la distanza dal Sole. si stima che possa essere distante circa 2 volte la distanza che vi è tra Nettuno e la nostra stella principale.

Per il momento il pianeta X non ha un nome preciso, venendo classificato con la sigla 2015 RR245. Questo corpo celeste, classificato come pianeta nano, farebbe parte della famosissima fascia di Kuiper, ossia una enorme regione di spazio situata dopo Nettuno. Il diametro di questo piccolo pianeta si aggirerebbe intorno ai 700 chilometri, e sono le sue dimensioni che rendono contenti gli scienziati che non vedono l’ora di poterlo studiare più approfonditamente. Fino ad ora molti oggetti provenienti dalla Fascia di Kuiper son stati rilevati, e il pianeta X risulterebbe uno tra i 18 corpi celesti più grandi avvistati.

I ricercatori in alcune dichiarazioni affermano che lo studio di questo particolare pianeta nano, e in generale di ogni pianeta situato oltre Nettuno aiuterebbe a capire maggiormente il modo in cui si è formato ogni singolo pianeta del nostro sistema, chiarendo molti dubbi sulla Storia del sistema solare stesso. Inoltre affermano che su questo pianeta si sa veramente poco, perfino le dimensioni e la sua composizione sarebbero incerte e impossibili da capire. La situazione risulta essere invariata nonostante gli scienziati abbiano notato la sua presenza già un anno fa, fotografandolo diverse volte con l’ausilio di alcuni telescopi particolari.

Nonostante ciò l’entusiasmo dei ricercatori non accenna a diminuire, visto che il pianeta è in costante avvicinamento al Sole. Si calcola che nel 2096 dovrebbe raggiungere la posizione più vicina alla nostra stella, esattamente a 5 miliardi di chilometri, se il calcolo della sua orbita risultasse corretto. Quindi per gli scienziati vi sarebbe moltissimo studio per carpire tutti i segreti del pianeta X, forti del fatto che man mano che il corpo celeste si avvicina sempre di più a noi, migliora anche la possibilità di poterlo osservare con l’ausilio di diversi strumenti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati