Lifestyle

Passiamo su Facebook 50 minuti al giorno, quasi quanto un pasto

Quanto tempo si passa su Facebook? Più di quello dedicato alla lettura, allo sport e agli eventi sociali

Fonte: flickr

Chattiamo, condividiamo, commentiamo, tagghiamo e non ci accorgiamo di quanto tempo si passa su Facebook. Il social network più popolare del web creato da Mark Zuckerberg è entrato effettivamente a far parte delle nostra vite, tanto da rubare una parte importante di tempo prezioso che viene sottratto ad altre attività: lo sport, la famiglia, il lavoro, gli amici, i doveri domestici e, più in generale, i rapporti con l’ambiente e le persone che ci circondano. Incollati allo smartphone, al tablet o al pc, siamo diventati schiavi inconsapevoli di un mondo virtuale che molto spesso tendiamo a scambiare con quello reale.

E’ il New York Times a rendere la nota la notizia, spiegando che in media passiamo 50 minuti al giorno su Facebook e che questo tempo supera di gran lunga quello dedicato a qualsiasi altra
attività di svago analizzata dall’Ufficio Usa delle statistiche del lavoro, ad accezione della visione di programmi tv e film (2,8 ore al giorno in media). Alla lettura, per esempio, dedichiamo circa 19 minuti al giorno, 17 minuti allo sport e 4 agli eventi sociali.
Gli utenti Facebook, ovvero quasi 1,6 miliardi di utenti, dedicherebbero quindi al famoso social network, poco meno del tempo impiegato per un pasto giornaliero stimato in 1,07 ore: parliamo di una differenza di soli 17 minuti.

Il dato, venuto alla luce a seguito della presentazione da parte di Facebook della trimestrale finanziaria, ha condotto ad un’importante riflessione in termini sociali. Al proposito, Ken Sena, analista di piattaforme online, sottolinea che solitamente quando la base d’utenza di una piattaforma cresce, il tempo passato sul portale diminuisce perché molte persone non sono attive. Su Facebook, invece, sembrerebbe che gli utenti siano sempre più attivi e che il tempo di utilizzo non faccia altro che aumentare, visto che nel 2014 era di 40 minuti al giorno.

Salendo il tempo dedicato a Facebook aumentano, d’altro canto, anche i guadagni a favore del social di Zuckerberg e diminuiscono, invece, gli istanti dedicati al nostro quotidiano. Istanti che spendiamo perlopiù a postare foto sui nostri profili, a mettere like su quelle degli altri, ad indagare sulla vita virtuale dei nostri conoscenti, a perfezionare la nostra immagine virtuale. Istanti che potremmo, invece, impegnare nel contatto visivo con gli altri e nella più antica delle forme di comunicazione: quella verbale face to face.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati