Patti Smith: laurea ad honorem in Italia

Patti Smith, icona degli anni Settanta e artista eclettica, ha ricevuto la laurea ad honorem dall'Università di Parma

Fonte: Twitter

Patti Smith ha ricevuto una laurea ad horem dall’Università di Parma la laurea magistrale honoris causa in Lettere classiche e moderne. La cerimonia si è tenuta all’auditorium Paganini, dove la rocker 70enne ha ricevuto l’onoreficenza. “Da giovane sognavo di frequentare una grande università e di avere accesso alle grandi biblioteche del mondo – ha spiegato Patti Smith -, ma venendo da una famiglia povera, non c’era denaro per realizzare questi obiettivi e non avevo la capacità accademiche necessarie per vincere una borsa di studio. Ma questo sogno ha sempre vissuto in me. Ricevere questo titolo mi connette profondamente con una delle nostre grandi istituzioni di istruzione superiore e di ciò vi sono molto grata”.

La cantante, musicista, poetessa, scrittrice e fotografa è stata introdotta dal rettore dell’ateneo di Parma, Loris Borghi, che ha ripercorso i suoi 40 anni di carriera artistica. “Figura chiave della cultura internazionale dagli anni Settanta a oggi; da sempre si contraddistingue per la ricerca e la sperimentazione di nuovi linguaggi espressivi capaci – ha spiegato il rettore dell’università di Parma -, nel contempo, di veicolare contenuti spirituali e sociali di particolare rilevanza. Si distinse – ha sottolineato Borghi – per la sua forza interpretativa in scena, unita alla potenza dei testi delle sue canzoni dotati di una qualità poetica intensamente visionaria. La sua produzione musicale si è evoluta attraverso stili diversi, affrontando, con lucidità e lirismo, tragedie e sofferenze collettive, nonché esplorando le ansie e le inquietudini della condizione individuale”.

Strepitoso il discorso di Patti Smith, che ancora una volta ha mostrato la sua grandissima preparazione culturale e ha voluto lanciare un messaggio ai giovani presenti.  “Mentre studiamo il lavoro e la metodologia degli altri – ha detto l’interprete di “People have the power” -, ci viene anche ricordato che è necessario altro, oltre all’immaginazione. Sono necessarie anche l’autodisciplina, una forte etica del lavoro e una certa quantità di sacrificio, se vogliamo produrre lavori duraturi e significativi. È anche importante possedere la volontà di accogliere questi ideali con spirito positivo”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti