Paura per Stephen Hawking ricoverato al Gemelli per crisi respiratoria

Stephen Hawking è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Gemelli di Roma per una crisi respiratoria

Lo scienziato inglese Stephen Hawking è stato ricoverato all’ospedale Gemelli di Roma per una crisi respiratoria. Lo scienziato 74enne si trovava nella Capitale per partecipare alla plenaria della Pontificia Accademia delle Scienze. Improvvisamente Hawking ha accusato un malore ed è stato trasportato d’urgenza in ospedale.

Tutt’ora lo scienziato si trova ricoverato al Centro Nemo del Gemelli per controlli di sicurezza dopo il problema respiratorio accusato qualche ora fa. Da anni ormai Hawking è affetto da una malattia degenerativa dei motoneuroni che gli ha progressivamente tolto la capacità di movimento e di parola.

L’improvviso ricovero per ora ha impedito a Stephen Hawking di prendere parte conferenza in cui avrebbe parlare dell’origine dell’universo. A rendere celebre lo scienziato è stata la sua teoria sui buchi neri e sulla nascita dell’universo. La sua vita e le sue ricerche hanno ispirato il film “La teoria del tutto”, vincitore dell’Oscar.

Qualche tempo fa un’altra personalità era stata ricoverata al Gemelli per ricevere le prime cure. Nel mese di agosto, la moglie del premio Nobel Amartya Sen era stata ricoverata e operata d’urgenza presso l’ospedale universitario. L’economista aveva lodato la struttura dell’ospedale sulla stampa italiana, ringraziando i medici.

Prima di arrivare a Roma, qualche settimana fa, Stephen Hawking aveva rilasciato nuove dichiarazioni riguardo l’universo, ma soprattutto l’esistenza di forme di vita aliena. “Se gli extraterrestri venissero a trovarci – aveva detto – il risultato sarebbe molto simile a quello che accadde quando Colombo sbarcò in America: non fu una cosa buona per i nativi americani. Questi extraterrestri avanzati potrebbero diventare nomadi, e cercare di conquistare e colonizzare tutti i pianeti dove riuscissero ad arrivare. Per il mio cervello matematico pensare alla vita extraterrestre è qualcosa di razionale. La vera sfida è scoprire come potrebbero essere questi extraterrestri”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti