Sport

Pazzo Tour de France: c'è chi cambia tre bici e chi va senza

Grande spettacolo nella dodicesima tappa, quella con l'arrivo al Mont Ventoux (anche se non in vetta, a causa del forte vento che ha spinto gli organizzatori a cancellare gli ultimi sei chilometri)

Fonte: Getty Images

Grande spettacolo nella dodicesima tappa del Tour de France, quella con l’arrivo al Mont Ventoux (anche se non in vetta, a causa del forte vento che ha spinto gli organizzatori a cancellare gli ultimi sei chilometri).

De Gendt si è imposto per una bella vittoria personale ma è dietro che è successo di tutto: una moto della tv si è fermata tra due ali di folla ed è stata tamponata da Porte e Mollema. Ad avere la peggio però è stato Froome, che è letteralmente rimasto a piedi e in attesa che arrivasse l’ammiraglia con la bici di scorta ha proseguito di corsa.

Mollema, Yates, Aru, Quintana e Porte si sono quindi avvantaggiati sul capitano del Team Sky, che ha tagliato il traguardo al venticinquesimo posto. L’organizzazione della corsa ha però successivamente cambiato l’ordine della classifica generale restituendo il primato e la maglia gialla (passata virtualmente a un incredulo Yates) a Froome.

E’ successo di tutto anche a Fabio Aru tornato nella Top 10 della classifica generale: “Ho bucato in un momento molto pericoloso; poi nel finale siamo andati a tutta. E’ stata una giornata molto stancante. Sono contento: sono riuscito a rientrare grazie all’aiuto dei miei compagni. Cambiare tre volte la bici non è semplice”.

“Non ho visto cosa è successo a Froome. Dispiace, sono cose che capitano nel ciclismo. L’importante è reagire bene quando succedono certe cose. Io oggi ho avuto diversi problemi ma ho mantenuto la calma e ho avuto sangue freddo. Quando c’è sintonia con la squadra tutto è più facile, anche reagire alle avversità”, ha aggiunto il sardo dell’Astana.

ARRIVO DELLA DODICESIMA TAPPA
1. De Gendt
2. Pauwels a 2″
3. Navarro a 14″
4. Clement a 40″
5. Chavanel
6. Lindeman a 2’52”
7. Teklehaimanot a 3’13”
8. Vanmarcke a 3’26”
9. Sorensen a 4’23”
10. Mollema a 5’05”

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati