Sport

Pellegatti in tedesco, Ancelotti scoppia a ridere

Il video di quanto successo in conferenza stampa è diventando virale in Germania e in Italia.

E' diventato virale, in Germania ma soprattutto in Italia, il video della conferenza stampa di Carlo Ancelotti negli Stati Uniti. Il noto giornalista di Mediaset Carlo Pellegatti ha infatti sorpreso tutti rivolgendo una domanda in tedesco al nuovo allenatore del Bayern Monaco, che, incredulo, è scoppiato a ridere alle prime parole pronunciate e lo ha elogiato: "Grande…".

Per quanto riguarda la partita, a Chicago il Milan ha battuto ai calci di rigore il Bayern del grande ex.

La squadra di Montella, passata in vantaggio al 23' con Niang, si è vista raggiungere e superare da Ribery e Alaba ma nella ripresa ha operato il controsorpasso con Bertolacci (49') e Kucka (61'). Al 90' Ribery su rigore ha firmato il 3-3 ma l'epilogo dal dischetto ha sorriso al Milan.

Honda, Matri, Kucka (cucchiaio), Romagnoli e Bonaventura non hanno sbagliato mentre Donnarumma ha ipnotizzato Rafinha.

Vincenzo Montella si è detto soddisfatto: "E' stata una partita ben giocata, sono molto contento perché abbiamo messo in difficoltà il Bayern. E’ stata un’ottima gara. La cosa che mi è piaciuta di più è stata il sacrificio".

"Questa è una piccola base per portare avanti il lavoro con convinzione ancora maggiore – ha proseguito il tecnico rossonero parlando del match contro Ancelotti -. Si vede che abbiamo voglia di crescere e sacrificarci. Questo è un gruppo che si sta preparando a costruire qualcosa".

"L’obiettivo è creare un calcio piacevole, che passa dal comando della partita. Comunque conta la prestazione, non il risultato. Abbiamo saputo soffrire e questo mi soddisfa particolarmente".

Sospiro di sollievo invece per Victor Benitez. Dopo due giorni di assenza da casa, l'ex centrocampista Milan, oggi ottantunenne, è stato ritrovato questa notte dalla famiglia. Gli appelli di mercoledì sono serviti: Benitez era stato visto nella hall di un hotel nei dintorni della stazione centrale di Milano, in stato confusionale, e la segnalazione ha permesso di restringere il campo delle ricerche.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati