Perché Internet distrugge la nostra vita

Perché internet distrugge le vite dei suoi utenti? Scopriamo insieme tutte le motivazioni che portano diversi studi ad affermare questo fatto di grande importanza

Fonte: flickr

È risaputo che internet sia impiegato da moltissime persone per diverse attività di vario genere, dallo svago fino alle attività lavorative. Perciò è normale passare ore e ore davanti ad uno schermo di uno smartphone o di un PC, arrivando ad un punto di perdere la concezione del tempo impiegato alla navigazione e rischiando di perdere una giornata totalmente davanti al computer. Secondo alcuni studi questo fatto, per alcune persone, sarebbe davvero dannoso e porterebbe alla distruzione di vite intere, sia a livello sociale ed economico. Brevemente verranno spiegati i motivi di questa affermazione.

Come l’abuso di droghe porta alla dipendenza dalla sostanza di cui si fa uso, anche internet può provocare gli stessi effetti. Secondo alcuni ricercatori infatti alcuni soggetti con il tempo avrebbero sviluppato una sorta di attaccamento morboso alla rete, che porta queste persone a farne un utilizzo sconsiderato. Tale disagio viene riconosciuto come vera e propria malattia capace di provocare deficit importanti e difficoltà difficilmente superabili senza l’aiuto di alcuni specialisti.

Nella dipendenza da internet sono comprese una grande varietà di tipologie di attaccamento, come l’uso morboso di giochi online al pari del gioco d’azzardo, instaurazione di legami digitali con altri individui che diventano più importanti di familiari e amici reali, quindi compromettendo anche la propria situazione familiare, ed infine vi è l’aspetto legato alla pornografia. Ma se tutto questo è associato al mondo prettamente adolescenziale e adulto, alcuni studi credono che internet rappresenti un pericolo anche per i bambini o le persone molto giovani che dedicano molto tempo alla navigazione.

Secondo la ricerca di un scienziato tedesco, i bambini che abusano di questo strumento sono portati ad avere problemi di demenza e concentrazione, dal momento che sostituiscono l’attività ludica, molto importante nella fase di sviluppo di un individuo, con la navigazione su internet. Inoltre tale ricercatore cerca di mettere in guardia tutti anche dal multitasking ; l’eseguire più attività contemporaneamente, come mandare email mentre si telefona o guardare un film mentre si fanno altre cose porterebbe la persona, dopo un lungo periodo, a sviluppare problemi di concentrazione che possono provocare problemi molto seri in ambito scolastico.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti