Lifestyle

Perché la sensazione di povertà rimane anche quando avete più soldi

Per molte persone il senso di povertà rimane anche quando si è benestanti. Di seguito cerchiamo di capire il motivo

Fonte: flickr.com

Un senso di povertà rimane in quelle persone che nonostante si siano arricchite nel tempo, hanno nel passato sofferto mancanze economiche. A quanto pare la povertà in determinati individui lascia una sorta di cicatrice, che difficilmente si rimargina. Lo ripetono gli psicologi: è come se si avesse paura, nonostante si sia raggiunta una vita decisamente più agiata, di ritornare in uno stato di crisi precedentemente vissuta. È per questo che si cerca sempre il modo per fare soldi.

Non mancano poi quelle persone che nonostante siano riuscite a migliorarsi economicamente convivono con una grande paura. Quale? Quella di perdere tutto ciò che hanno conquistato. È necessario comprendere che le ricchezze non si portano con se nella tomba. Si dice che la povertà rimane nella testa e nel cuore. Per guarire da questa drammatica sensazione interna, non basta accumulare il denaro, ma bisogna ricostruirsi da capo. Significa tornare innanzitutto ad avere fiducia in se stessi ed anche a volersi bene. Spesso uomini e donne preferiscono rinunciare ad andare ad uno studio medico pur di non sprecare denaro. Niente di più sbagliato.

Anche se si trovano in una condizione agiata non si sentono mai sereni, ma sono pervasi da una sensazione di povertà che finisce per logorarli. Il punto è che le persone non vogliono ricadere nella schiavitù passata e vivono male i soldi che sono riusciti a mettere da parte. Dovrebbero imparare a gestire il proprio denaro, a fare le scelte giuste, oculate, ma nello stesso tempo a spendere anche per divertirsi, per stare bene e curarsi. La sensazione di povertà rimane in tutte queste persone che hanno sofferto è vero, ma bisogna anche non finire per diventare avidi e soprattutto egoisti.

Si può guarire cambiando i sogni, guardando altri orizzonti, scegliendo altri desideri. E perché a questo punto non aiutare chi ha realmente bisogno? Questo sarebbe un grande passo in avanti per eliminare il ricordo costante della povertà. Molti specialisti consigliano cure mediche per far fronte a questa crisi dando la possibilità di riappropriarsi della propria libertà. Chi ha vissuto tale esperienza afferma di essersi sentito più povero di quando era senza denaro. Per cacciare questa sensazione di povertà che rimane bisogna smettere di avere i soldi come punto fisso. Chissà se i cinesi, nuova generazione di ricchi, hanno mai attraversato questo stato emotivo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati