0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Perché un neonato piange sempre

Un neonato piange sempre perchè è il suo unico modo per comunicare e richiedere attenzione

Fonte: flickr

Perchè un neonato piange sempre? I neonati, ovviamente, non sanno parlare nè comunicare in altro modo se non attraverso il pianto. Il pianto è il linguaggio dei neonati, ed è l’unico suono che un bambino appena nato riesce a produrre. Sta al genitore saperlo interpretare per capire cosa sta chiedendo il bambino con le sue urla e le sue lacrime. L’unico modo per poterlo fare è passare molto tempo con il proprio figlio appena arrivato per imparare a capire i segnali inconsci che ci invia, come succhiarsi le dita quando ha fame. Il pianto dei neonati non andrebbe mai ignorato, anche quando pensiamo si tratti di un capriccio.

Attraverso il pianto i neonati comunicano tutta una serie di necessità. Ci dicono che hanno fame, paura, sonno, voglia di contatto, mal di pancia, si annoiano o vogliono semplicemente scaricare la tensione accumulata. Quando il loro bisogno viene correttamente interpretato e soddisfatto, in genere il pianto cessa. Ignorare il pianto in attesa che passi non è mai la risposta giusta. Non si tratta di viziare il piccolo, ma di essere attenti ai suoi bisogni e non frustrare le sue richieste.

Il pianto è il primo suono che un bambino emette, subito dopo la nascita. Molti discorsi filosofici ed esistenziali sono stati impostati su questo fatto, ma la realtà è che quel pianto è importantissimo. Il pianto permette infatti all’ostetrica di capire che le vie respiratorie sono libere dal liquido amniotico, che il bambino respira correttamente e senza impedimenti e che è cosciente e reattivo agli stimoli. D’altronde anche dal punto di vista del neonato, non solo della mamma, il parto è un evento traumatico e molto doloroso, per cui è del tutto naturale che un bambino appena nato pianga disperato.

Ecco, dunque, perchè un neonato piange sempre. Non esiste un modo per far sì che questo non avvenga, per il semplice fatto che attraverso il pianto il bambino comunica con la madre e chi lo accudisce, sta a noi imparare a comprendere questo suo linguaggio. Un bambino che non piange mai, anzi, è un bambino che non comunica, e potrebbe esserci qualche problema. Lasciarlo piangere a profusione, al contrario, può passare al bambino il messaggio che le sue richieste e le sue necessità rimangano inascoltate, e che sia normale ignorare i problemi altrui.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti