Tech

Periscope, la nuova funzione che salva i video per sempre

Periscope: l'app più usata per condividere filmati su Twitter in diretta, finalmente propone un metodo che permette di salvare i video per tutto il tempo che si desidera

Fonte: flickr

I video girati con Periscope sono stati il fenomeno virale del 2015. Oggi, questa app viene utilizzata da tantissimi utenti per condividere in live streaming i video realizzati con il proprio smartphone. La novità risiede nel fatto che, fin dalle origini, era possibile visualizzare e commentare i contenuti per 24 ore dal caricamento, ma da oggi non sarà più così. Come annunciato dal CEO Kayvon Beykpour, è stata introdotta una nuova funzione per salvare i filmati per un periodo di tempo illimitato. Per adesso si tratta di una versione beta, disponibile al pubblico, ma ancora in fase di test.

Per evitare la scadenza dei video condivisi con Periscope, è sufficiente inserire nel titolo la voce #save. In questo modo gli altri utenti potranno continuare a vedere il filmato per sempre, o almeno fino a quando il proprietario non deciderà di cancellarlo manualmente, rimuovendo tutti i contenuti associati. La nuova funzione di Periscope permette, inoltre, di gestire in maniera diversa la condivisione, offrendo automaticamente priorità ai contatti che si trovano nella stessa stanza e dando la possibilità di chattare con le persone conosciute che si trovano nei paraggi.

Un’apposita funzione di notifica, infatti, avviserà tutti i propri contatti non appena si inizierà a visualizzare un video Periscope. Ovviamente, per chi volesse evitare che chiunque conosca i propri movimenti nel sito, è sempre possibile creare un account anonimo, scollegato da quello usato su Twitter. Questo aspetto era stato oggetto di contestazioni relative alla privacy personale, soprattutto per ciò che riguarda i contatti inseriti in rubrica per ambito lavorativo o professionale. Esiste quindi l’ipotesi che venga creata un’apposita funzione di navigazione anonima, rimanendo all’interno del proprio profilo.

Tra le novità già integrate, c’è invece la possibilità di condividere i video streaming registrati dai droni, direttamente da smartphone. Si ricorda che per utilizzare Periscope in maniera corretta e rispettando le condizioni di utilizzo, è proibito condividere video che violino la legge di copyright, come ad esempio trasmissioni televisive, ma anche i diritti di terze persone. Pertanto, la netiquette prevede che venga chiesta espressa autorizzazione, in ogni caso in cui vengano condivisi filmati che riprendano le altre persone.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati