Tech

Pizza gratis per sempre? Un hacker ha scoperto il trucco

Il sogno di tutti sarebbe poter avere la pizza gratis a vita: un hacker inglese ce l'ha fatta. Il trucco sta in un bug dell'applicazione della pizzeria Domino's

Fonte: flickr

Sicuramente tra i sogni di noi italiani c’è quello di poter avere la pizza gratis ogni volta che si vuole. In realtà questo non è un desiderio così tanto utopico, in quanto un hacker inglese, Paul Price, è riuscito ad ordinare il suo cibo preferito senza spendere neanche un centesimo. Come ha fatto? Ha preso il suo smartphone, ha eseguito l’ordine e un semplice bug dell’applicazione della Domino’s ha fatto sì che la sua pizza non costasse nulla.

In effetti il software di una delle catene di pizzerie più famose al mondo presentava già qualche difetto a livello di programmazione, ma quello che voleva capire Paul era quale fosse il criterio di attribuzione dei buoni sconto da 10 sterline, che venivano emessi in modalità casuale. Per puro caso ha scoperto che il suo pagamento, seppur non eseguito correttamente, era stato comunque accettato dal server: è riuscito, così, ad ordinare una pizza gratis. Incredulo, ha deciso di contattare il negozio per verificare se effettivamente l’ordine era stato preso in carico.

Mai si sarebbe aspettato che una catena di ristorazione così famosa non fosse attenta nel controllare i pagamenti degli ordini ricevuti. A quanto pare, però, è stato così: nel giro di 40 minuti, gli è stata recapitata la sua pizza preferita a costo zero.
Il sogno di avere la pizza gratis sembra dunque avverarsi, ma sfruttare un’applicazione ricca di bug è alquanto scorretto: da buon cliente, Paul ha ammesso che il suo pagamento risultava eseguito quando in realtà non lo era e ha pagato ciò che spettava al ragazzo delle consegne.
Un gesto alquanto nobile, che forse non tutti avrebbero fatto.
A quanto pare sono stati in molti a utilizzare l’applicazione e a riuscire ad ordinare la pizza gratuitamente.

Ciò che è successo alla Domino’s Pizza non è stato, però, un caso isolato, in quanto anche altre imprese hanno subito gravi danni per colpa della tecnologia.
Proprio negli ultimi giorni si è visto come il controllo remoto ideato dalla Nissan sia un’arma a doppio taglio per gli utenti e per l’azienda automobilistica. Fortunatamente per l’azienda e sfortunatamente per chi sognava di avere pizze gratis a volontà, il problema è stato preso in esame da un team di informatici. A circa un anno dall’accaduto, il responsabile dell’impresa di ristorazione in questione ha dichiarato che il bug è stato risolto e che adesso vengono effettuati molti più controlli.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati