La playlist di Germanò per una passeggiata lungotevere

Abbiamo chiesto a Germanò, il nuovo promettente acquisto di Bomba Dischi, di regalarci una playlist con la quale godersi al meglio le “Vacanze Romane"

Germanò

Il giovane cantautore Germanò, da poco entrato nel roster di Bomba Dischi, ci porta alla scoperta di Roma, accompagnandoci durante una passeggiata lungotevere con una playlist unica nel suo genere. Ci muoviamo su due filoni musicali: i grandi cantautori degli anni 80 e i compositori romani di colonne sonore. Il nostro viaggio comincia da Étienne Daho, cantautore francese che ci porta dritti nella Capitale con il suo “Week-end à Rome”, proseguendo con il grande Stelvio Cipriani – romano doc. – e la sua “Roma mon amour“. Troviamo poi “Si, Si Può”, successo di Enzo Carella del 1982 e “Metti una sera a cena” di Ennio Morricone.

Fra tutti questi uomini, spunta anche la romanissima Loretta Goggi, che canta “Io nascerò“, brano scritto dall’indimenticabile Mango e Alberto Salerno. Con “Jazz Whistler” di Alessandro Alessandroni ci spostiamo invece nel 2010, in una Roma più moderna, ma altrettanto magica, mentre “Che vuole questa musica stasera” di Armando Trovajoli ci fa sospirare, pensando alle immense notti romane. Infine – a chiudere questa passeggiata lungo le sponde del Tevere in compagnia di Germanò – troviamo Claudia Mori e Andriano Celentano che cantano: “Non succederà più”.

Vero nome Alex D’Andrea, Germanò è nato a Roma, nel quartiere popolare di Trastevere. Qui ha fondato nel 2008 la band dei Jacqueries, sino allo scioglimento del gruppo nel 2013. In seguito l’artista ha creato Alpinismo, con cui ha pubblicato un EP per l’etichetta 42Records. Oggi lo troviamo in Bomba Dischi, etichetta molto nota nella musica italiana contemporanea, dopo il successo di artisti quali Calcutta e Carl Brave x Franco126.

Coma ama ricordare, la sua musica si ispira a Franco Califano, Tiromancino ed Enzo Carella, tutti e tre romani “de Roma”. Fra i suoi singoli più famosi troviamo “Dario”, “L’automobile che corre”, “Grace” e “San Cosimato”, dedicata ad una delle piazze più famose di Trastevere. Il suo primo album solista è stato pubblicato il 29 settembre con l’etichetta indipendente Bomba Dischi, si intitola “Per cercare il ritmo” ed distribuito da Universal. 

“L’album raccoglie 9 canzoni – racconta Germanò parlando del disco – d’amore, d’amicizia, di solitudine, di malinconia mista a indolenza giovanile, nascondendo una propensione di ricerca positiva. È un disco semplice e personale in tutti i suoi aspetti, che parla di sentimenti nelle sue dinamiche più intrinseche su atmosfere che devono al jazz, alla Motown, al pop-rock e alla disco-music”.

Ecco la playlist che ci ha regalato: buona passeggiata.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti